Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Chiesa

Una Chiesa formata solo da laici: così è nata la Chiesa della Corea

© Eglises d'Asie

Aleteia - pubblicato il 30/07/14

Un'appassionante retrospettiva storica mostra l'incredibile storia della nascita della Chiesa che Papa Francesco visiterà ad agosto

Papa Francesco visiterà la Corea dal 14 al 18 agosto per incontrare la gioventù cattolica dell’Asia, riunita intorno al tema “Gioventù asiatica, svegliati! La gloria dei martiri risplende su di te”e per rafforzare nella fede la Chiesa coreana. Il 18 agosto celebrerà una Messa a Seul per la beatificazione di 124 martiri coreani assassinati per odio alla fede tra il 1791 e il 1888.

L’agenzia informativa delle Missioni Estere di Parigi Eglises d’Asie propone ai suoi lettori di immergersi nella storia della nascita della Chiesa in Corea per capire come questo Paese situato nel cuore dell’Asia nord-orientale sia diventato in parte cristiano. Oggi è cattolico più del 10% dei 50 milioni di sudcoreani, mentre i protestanti rappresentano il 20% della popolazione del Paese.

L’autore del testo è monsignor René Dupont, membro della Società delle Missioni Estere di Parigi dal 1953 e primo vescovo di Andong, diocesi eretta nel 1969.

Vescovo a 39 anni, ha diretto questa diocesi fino all’ottobre 1990, da quando le 16 diocesi della Corea del Sud (15 diocesi più una diocesi nell’esercito) sono state affidate a vescovi locali. Missionario attento alle realtà sociali e politiche del suo Paese di adozione, monsignor Dupong vive ad Andong. Ecco la sua testimonianza:

Persone coraggiose che accolgono la fede cristiana spontaneamente per se stessa! Una volta battezzati battezzano comunità, poi cercano sacerdoti perché se ne occupino! È questa l’incredibile e meravigliosa storia della nascita della Chiesa in Corea.

San Paolo non lo aveva previsto quando spiegava, nella sua lettera ai romani, che per credere alla Buona Novella era prima necessario averla ascoltata, e che non si poteva ascoltare se un missionario non era stato prima inviato a proclamarla.

Tutto è iniziato circa 220 anni fa, in un’epoca vicina a quella della Rivoluzione francese. La Corea era allora vassallo della Cina. Alla corte dell’imperatore cinese venivano accolti gli europei, esperti nelle scienze dell’epoca, ovvero nella geografia, nell’astronomia, nelle matematiche… e allo stesso tempo esperti di religione perché erano sacerdoti cattolici.

Mentre il governo coreano chiudeva ermeticamente tutte le porte all’esterno, giovani intellettuali coreani, ansiosi di idee nuove e desiderosi di servire il proprio Paese, si passavano segretamente libri cinesi, alcuni dei quali cristiani, come gli scritti di secoli prima di padre Matteo Ricci e dei suoi compagni gesuiti.

Un tale Hong Yu-han, che non ha mai ricevuto il Battesimo, ha letto vari libri cristiani e fin dall’inizio ne è rimasto conquistato, al punto di prendere, per conto proprio, abitudini di preghiera. Celebrava anche a suo modo una volta a settimana un “giorno del Signore” e metteva in pratica la carità condividendo generosamente i propri beni.

Sant’Andrea Kim, il primo sacerdote coreano, morto martire 70 anni dopo, disse di lui che fu “il primo coreano a praticare la religione cristiana”, il che non è del tutto esatto, perché due secoli prima, nelle camionette di un esercito giapponese invasore, vari missionari stranieri avevano battezzato dei coreani, ma ironia del destino – o piuttosto sorriso del buon Dio – questi primi cristiani scomparvero senza lasciare traccia!

Un altro, un tale Lee Byeok, andò oltre. Affascinato in qualche modo dal cristianesimo che aveva intravisto nei libri, volle saperne di più. Per fare questo, però, doveva andare in Cina, a Pechino, e incontrare lì qualcuno dei “saggi” occidentali.

Per raggiungere questo scopo bisognava far parte del gruppo di ambasciatori nominati dal re che andavano, alla fine di ogni anno lunare, a mostrare lealtà all’imperatore della Cina e a ricevere da lui il calendario dell’anno successivo.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
corea del sud
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni