Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconStile di vita
line break icon

Quando mio padre anziano è venuto a vivere da noi: una testimonianza

© Spyros Papaspyropoulos / Flickr CC

Walking alone<br /> This old man was walking alone down this road, slowly. He had his walking stick to support himself and was on a course to his chosen destination. The street was so empty and quiet except for his movements. I saw the opportunity of capturing him with my NEX-6 and so I took it. One snap was all that was needed to freeze him in time. Snap! He never new I was even there.

Orfa Astorga - Revista Ser Persona - pubblicato il 30/07/14

La famiglia è il luogo in cui valiamo tutto, spogliati di tutto

Come accade in molte famiglie, abbiamo accolto mio padre anziano che una volta rimasto vedovo si era rifiutato per qualche anno di lasciare la propria casa: “per salvare quello che mi resta di autonomia”, ci diceva, anche se noi sapevamo che il vero motivo era che la casa conservava l’intimo ricordo del suo più grande amore sulla terra, per cui si dedicava a prendersene cura e a mantenerla come piaceva a mia madre. Alla fine, quando le forze lo hanno abbandonato, si è arreso, ma per non darci preoccupazioni, con la certezza che sarebbe stato accolto con immenso amore nella casa dei suoi figli, ha accettato di trascorrere un po’ di tempo con ciascuno, in base a un programma.

Sono stato il primo ad accoglierlo. È arrivato con un piccolo bagaglio personale dopo aver ripartito tra di noi quello che c’era nella casa paterna tra mobili, utensili e tutto ciò che poteva essere utile a livello materiale, affidandoci scrupolosamente quello che considerava di un valore innegabile.

Il fatto di averlo in casa con noi ci ha avvicinato alla sublime realtà per cui la casa è l’ambito, lo spazio e il tempo dell’intimità originaria delle persone. Abbiamo così avuto l’opportunità di avvicinarci al suo essere, per accompagnarlo in quella tappa della vita, un periodo breve e dolce.

Mio padre si alza presto e cerca di tenersi sempre occupato. Tra le sue mani il giardino fiorisce come non mai, lava le macchine, ritocca l’intonaco, si incarica del cane, tra le tante cose, per poi fare una scappata a trovare i vecchi amici. In questo tenersi occupato si nota che cresce nella speranza, perché sulla base di una vita interiore mite mostra sempre il dinamismo di chi, senza dimenticare ciò che resta dietro, cerca davanti la meta, il premio della vocazione di Dio in Cristo Gesù. Il suo sguardo tranquillo convive con il carattere forte di una grande determinazione a vivere con notevole dignità fino all’ultimo istante, con la responsabilità di dare l’esempio.

Paradossalmente, il suo sguardo non si accende più prontamente davanti agli interessi della vita. Per mio padre, fare, avere e sapere hanno ceduto definitivamente spazio all’essenziale, slegandosi dall’aspetto mondano senza smettere di amare il mondo. Nella sua gentilezza tranquilla ha imparato a comprendere le persone, a scusare errori, a perdonare e a dimenticare come una delle cose più difficili della vita. Per lui, più che mai, il giogo è dolce e il carico leggero.

Continua a coltivare il suo fine intelletto, facendosi nuovi amici, instancabile nel dare e nel darsi, allegro e ottimista. Prega, prega per lunghi periodi e si notano in lui impegno e anelito di aprire la sua intimità alla trascendenza dando gloria a Dio per ogni giorno. Qualche volta parla con naturalezza della morte che si avvicina inesorabile, amandola e accettandola di qualunque tipo sia, con la certezza di chi sa di essere alle porte di una nuova vita, di un cambio di casa, di un passaggio in cui lascia il mondo e quelli che in esso lo hanno accompagnato, con la speranza di chi sa che solo Dio può condurlo per mano a quella nuova vita. Una solida speranza come San Paolo: il giorno della mia partenza è molto vicino, ho combattuto la buona battaglia.

In questi anni, il mio amore filiale è incondizionato e si rivolge all’essere di mio padre solo per quello che è, al di là di ogni utilità e profitto. Sbocciano in me sentimenti amorevoli di ringraziamento, rispetto, obbedienza e protezione solidale nella sua progressiva invalidità. Amori fatti vita come elementare dono di giustizia, attraverso il trattamento personale intimo e belle attenzioni che non delegherei mai a nessuno.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
famigliatestimonianze di vita e di fede
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni