Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il grido delle Suore di Gaza

Condividi

La testimonianza delle suore che lavorano nella parrocchia latina della Sacra Famiglia

E’ una situazione difficile quella di Gaza: bombardamenti, morti, distruzione. A farne le spese sono le persone piu’ deboli, i piccoli, i poveri, gli ultimi. In una realta’ come Gaza la piccola comunita’ di 1300 cristiani, che si riunisce attorno alla parrocchia latina della Sacra Famiglia, e’ una delle realta’ piu’ sofferenti. Fino a pochi giorni fa vi lavoravano alcune suore del Verbo Incarnato, costrette ad evacuare a causa della situazione sempre piu’ difficile.

Suor Maria dell'Istituto Serve del Signore e della Vergine di Matarà racconta “Siamo tre suore e i padri dell’Istituto sono due. Oggi rimane là solamente il parroco, p. Jorge. Pensavo che dopo l’ingresso delle forze di terra sarebbero diminuiti i bombardamenti, ma continuano. La gente ha tantissima paura”.

I bombardamenti hanno avuto forti effetti anche sulle attivita’ della parrocchia. Anche Papa Francesco si è fatto vicino a questa piccola comunita’ con una lettera indirizzata al parroco, p. Jorge. 

La Custodia di Terra Santa, attraverso l’Associazione pro Terra Sancta, sta organizzando una raccolta fondi per venire incontro alle necessita’ basilari: cibo, medicine, abiti per i cristiani di Gaza. 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni