Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconChiesa
line break icon

In questi giorni come vivono il Ramadam i palestinesi?

© Franciscan Media Center

Franciscan Media Center - pubblicato il 21/07/14

Il Ramadan non è legato solo alla religione ma anche alle relazioni all’interno della famiglia

Iftar in casa Salahat. Per la tradizionale cena, che si ripete ogni giorno durante il Ramadan, il capofamiglia Maher, insieme a sua moglie Khawla e ai cinque figli, ospitano nella loro casa, a Betlemme, zia e cugini. Durante il mese di digiuno e purificazione per i fedeli musulmani, il momento della cena e’ centrale per la vita di ogni famiglia, anche nella contesto della Terra Santa. 

”Oltre ad essere un mese legato alla religione" racconta Maher "il Ramadan e’ un mese dedicato alle relazioni all’interno della famiglia. Rafforza le relazioni in famiglia. All’interno di tutta la famiglia ci facciamo visita l’un l’altro, mangiamo insieme e facciamo delle belle feste. Si respira un’atmosfera di famiglia, davvero una bella atmosfera!”. 


L’iftar in casa Salahat nasce nella cucina della signora Khawla, che insieme alla cognata Wafa prepara ogni giorno specialita’
palestinesi e piatti tipici del Ramadan.

Il televisore resta acceso per ascoltare le notizie che vengono dalla
Striscia di Gaza. Quello del 2014 e’ un Ramadan particolare per i palestinesi. “Stiamo soffrendo per le cose che vediamo alla televisione. A volte e’ anche un mese difficile, a causa della situazione politica”.

Dopo la cena, ci si ritrova di nuovo insieme per chiacchierare e condividere la giornata appena trascorsa. Piu’ tardi, gli uomini vanno alla moschea per la preghiera. A Betlemme, questo avviene nella stessa piazza in cui si trova la Basilica della Natività.

Tags:
terra santa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
6
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
7
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni