Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Si sa cosa pensa la Chiesa Cattolica sulle donne vescovo

© MASSIMILIANO MIGLIORATO/CPP
Condividi

La parole del cardinale Angelo Bagnasco dopo il via libera da parte degli Anglicani all’ordinazione delle donne Vescovo

“La Chiesa Cattolica si sa che cosa pensa”, così il Presidente dei Vescovi Italiani, Cardinale Angelo Bagnasco commenta la notizia, ai microfoni del Secolo XIX, del via libera da parte del Sinodo dei VescoviAnglicani alla proposta per l’ordinazione delle donne Vescovo.

Da parte di Bagnasco, però, c’è grande attenzione verso una maggiore apertura della Chiesa Cattolica al mondo femminile: “Si tratta di un’altra cosa. Comincia soprattutto con il Concilio Vaticano II – spiega Bagnasco – su questa strada la Chiesa proseguirà”.

Sì a vescovi donna
Pochi giorni fa la chiesa anglicana aveva approvato l’ordinazione delle donne vescovo nel corso del sinodo generale a York. La camera dei vescovi aveva votato con 37 a favore, due contrari e un astenuto, quella del clero con 162 voti a favore, 25 contrari e quattro astenuti, mentre la camera dei laici registrava 152 favorevoli, 45 contrari e cinque astenuti.

Così la Chiesa d’Inghilterra, casa madre della comunità anglicana di 80 milioni di fedeli in 165 Paesi, avrà entro al fine dell’anno il primo vescovo donna. La figura esiste già in altri Paesi, in Usa, Canada, Nuova Zelanda e in Australia per esempio, ma la Chiesa d’Inghilterra era ancora contraria alla nomina nonostante ci fossero già preti donna: il primo ‘vicario’ donna venne ordinato nel 1994.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni