Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
News

Sono musulmano, mia moglie è cristiana e battezziamo nostro figlio

© Jeffrey Bruno

Aleteia - pubblicato il 14/07/14

La decisione, in risposta al caso Meriam, è di Radwan Khawatmi imprenditore siriano in Italia da 44 anni

“Io, musulmano, battezzerò mio figlio nel nome di Dio e sarà lui, una volta grande, a decidere il suo credo. Le religioni professano amore, pace, fraternità, non divisione”.

E’ la voce di Radwan Khawatmi, imprenditore siriano arrivato in Italia 44 anni fa che oggi, dopo anni di studi e sacrifici, è un uomo di successo e simbolo dell’Italia nel mondo. A riportare le sue dichirazioni è Redattore Sociale l’11 luglio.

Grande umanità
"Ho centinaia di persone che lavorano nella mia azienda” racconta orgoglioso Radwan, che nel 2009 ha ricevuto il premio  di "Imprenditore dell’anno non nato in Italia". Un uomo di grande spessore umano che nel maggio del 2013 aveva già compiuto un gesto di straordinaria solidarietà: si era accollato le spese del furto della copertura in rame del fonte battesimale della bellissima chiesa di Maria Immacolata a Parma.

In risposta al caso Meriam 
Di fede islamica è felicemente sposato con una donna cristiana e ha deciso di rispondere in prima persona con un atto fortemente simbolico contro “quelle persone malvagie che utilizzano la religione per altri scopi”. La scelta del Battesimo nasce infatti in risposta alla storia di Meriam: la donna sudanese detenuta dal 15 maggio scorso con una condanna all’impiccagione per apostasia e adulterio che ha partorito, incatenata, una bambina nell’ospedale della prigione di Khartoum. “Questa barbarie richiede una risposta molto forte e di amore – commenta l’imprenditore siriano -. Non posso accettare che una sorella sia imprigionata per un simile motivo. Da qui la mia decisione. Noi dobbiamo alzare la testa contro la malvagità di chi crea queste divisioni”.

La decisione è stata resa pubblica ieri, nel corso della presentazione del “Rapporto Immigrazione e Imprenditoria 2014” del centro studi Idos.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
battesimodiritti umanimeriam yahyatestimonianze di vita e di fede
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni