Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconApprofondimenti
line break icon

Cosa vuol dire essere “sale della terra” oggi?

© Blend Images/SHUTTERSTOCK

don Marco Pozza - Sulla strada di Emmaus - pubblicato il 10/07/14

Meglio essere “piccolo gregge” o “grande tribù”?

«Volete andarvene anche voi?» (Gv 6,68). Questa domanda risuona, forse ogni giorno, da duemila anni a questa parte. E i dubbi si fanno più stringenti, proprio in Occidente, guardandosi intorno. 

È innegabile che la società sia profondamente cambiata. La cristianità medievale è lontana anni luce dalla società attuale, che pare aver totalmente dimenticato i suoi valori. O, forse, li ha solo accantonati in un angolo, nascosti al mondo per preferirgliene altri, più allettanti, quali la libertà o l’autosufficienza, sublime illusione che, ahimè, s’autodistrugge di fronte al sopraggiungere della morte, che, ineluttabile, riporta davanti ai nostri occhi come stanno davvero le cose.

La sofferenza maggiore per l’uomo moderno è forse proprio l’impotenza: la tecnologie, le nuove risorse lo illudono di poter avere il controllo su tutto in un insano delirio di onnipotenza. Insano proprio perché illusorio. 

La morte, con la sua forza che tutti temiamo e che vorremmo in ogni modo eliminare dalla nostra vita, ha però un pregio: ci riporta alla realtà e ci fa abitare il presente. 

Qui non siamo in Nigeria, dovei cristiani rischiano la vita andando a Messa. Non siamo in Pakistan, dove è possibile essere accusati di proselitismo ed incarcerati, come Asia Bibi. Né in Sudan, dove la follia umana può arrivare a costringere una donna a partorire in catene. Tre donne, tre perseguitate dei tempi moderni. Per le quali pare non sia possibile una vera mobilitazione occidentale.

Vengono due dubbi. Il primo è che sembra un paradosso piuttosto grave che i Paesi occidentali, che si fregiano d’essere patria di libertà, non siano in grado di farla rispettare. Un paradosso che fioriscano le associazioni a salvaguardia dei diritti dell’uomo, eppure essi possano essere impunemente calpestati in ogni parte del mondo. È mai possibile?

Il secondo dubbio è che forse, davvero, il coraggio è donna. Tante sono infatti le storie simili a questa, che hanno per protagoniste delle donne. Donne disposte a giocarsi la vita stessa per difendere ciò che amano: i figli, la famiglia, la fede. In realtà, anche in Occidente, la libertà si rivela solo apparente. Quasi sempre, non si arriva ad alcuna violenza fisica, spesso avviene la “passione delle pazienze”: piccoli sgarbi, dileggio, mancanza di rispetto e prese in giro.

Un esempio collettivo è quanto successo a Siena con la manifestazione delle Sentinelle in piedi: inizialmente approvata, è stata poi limitata fino ad essere lasciata in balia dell’altrui contestazione e, quindi, nei fatti, rovinata. Si tratta di un fatto la cui gravità è evidente per l’attentato alla libertà di espressione e di manifestazione che, a fronte di un espresso giudizio positivo della Questura e ricevute le dovute autorizzazioni, non ha motivo di essere in alcun modo vietata od ostacolata. Pena la mancanza di credibilità dei principi fondanti della Costituzione, della Carta dei diritti dell’uomo e del cittadini e di tutti quei documenti che attestano i frutti di secoli di battaglie per la libertà di espressione e per la democrazia. Cosa che, in effetti, andrebbe, di per sé discussa con attenzione, perché questa fede incondizionata nei documenti della società civile è spesso immotivata e dettata unicamente da un sentimento fideistico e ancor meno razionale di quella fede tanto spesso criticata.

Da questo punto di vista, senza dubbio, la fede richiesta in questo tempo è diversa da quella dei tempi antichi.

Alcune cose sono date per scontate, quasi nessuno ignora chi sia Cristo. Molti, però, hanno idee sbagliate o distorte su di lui, sui dogmi, sulla dottrina della Chiesa. In teoria, tutta l’Europa è costellata di cattedrali e campanili, ma, nella pratica, c’è stupore di fronte alla ridefinizione di tanti pregiudizi costruiti dai “sentito dire” che, a poco a poco, si sono sostituiti alla realtà, creandone una alternativa rispetto a tante questioni, non ultime le parole del Papa che, abitualmente, sui giornali non corrispondono a quelle uscite dalla sua bocca. 

  • 1
  • 2
Tags:
cristianesimolibertà
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni