Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Parla la Diocesi di Oppido “Nessuna commistione tra Chiesa e ‘ndrangheta”

Oppidomamertina.com
Condividi

Il clero locale si sacrifica con eroismo e spesso rimane unico punto di riferimento della comunità

​La Diocesi di Oppido Mamertina è tornata a parlare della processione "incriminata" chiedendo di avere rispetto e soprattutto di raccontare con precisione i fatti «Non condannate in blocco la nostra comunità, dimenticando che se certo non mancano ombre e debolezze, la stragrande maggioranza del nostro popolo vive una religiosità semplice e autentica e la Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi ha un clero che, giorno per giorno, su un territorio difficile, si sacrifica talora con eroismo e spesso rimane unico punto di riferimento di una Comunità schiacciata dal peso d’una quotidianità assillata da mille problemi». A riportare le dichiarazioni è Avvenire il 9 luglio.

Ieri al termine d’una riunione, il consiglio episcopale e dei vicari foranei, presieduto dal vicario generale Giuseppe Acquaro, ha manifestato «piena adesione» alle parole del vescovo locale, Francesco Milito, che condannano il gesto come «inconsulto, temerario e blasfemo» prendendo le distanze da quanto accaduto «nella convinzione che non ci può essere nessuna commistione tra Chiesa e ’ndrangheta».

I membri del consiglio episcopale confidano che le autorità religiose e civili «chiariscano senza incertezze quanto di fatto è avvenuto, nonché responsabilità e connivenze». 

FERMARE LE PROCESSIONI?

Le Ragioni del Sì

Le Ragioni del No

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.