Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 18 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Matrimonio: veleni da evitare e vitamine per rafforzarsi

Image of woman getting bored, while her partner watching sports I – it

Ana Blazic Pavlovic

Revista Ser Persona - pubblicato il 09/07/14

Ricette che possono aiutare nella convivenza e a crescere in un rapporto d'amore

Per mantenere una buona comunicazione nel matrimonio, non basta amare l’altro. Il matrimonio è un progetto di un uomo e una donna che si nutre del contributo di entrambi gli sposi. I due devono essere persone che evolvono positivamente, dando sempre il meglio di sé e stabilendo obiettivi, con un progetto di vita comune che permetta loro di raggiungere un maggior grado di impegno.

Non è necessario essere persone straordinarie o perfette, basta essere persone che sappiamo amare. La vita matrimoniale non è neutra: ogni atto degli sposi rafforza il loro amore e apre nuove possibilità, o le deteriora e le rimpicciolisce.

L’amore è come una pianta: ha bisogno di acqua (affetto, considerazione, rispetto, fiducia…), di fertilizzante (dettagli, intimità, sogni, allegria) e di potatura (correzione dei difetti, porre fine alle cattive abitudini…); in caso contrario, secca. In altre parole, un rapporto coniugale maturo non sarà possibile se non ce ne prendiamo cura giorno per giorno, se non lo nutriamo con le vitamine (emozioni positive) e non lo difendiamo da tutto ciò che può avvelenarlo o contaminarlo (emozioni tossiche).

20 veleni da evitare nel matrimonio:

1) Smettere di dire all’altro che lo si ama, pensando che già lo sappia

2) Serbare rancore per gli errori dell’altro e non voler perdonare

3) Concentrarsi sugli errori del coniuge e non sulle sue virtù

4) Abituarsi alla compagnia dell’altro: pensare che sia normale e che lo meritiamo

5) Giocare con l’amore che l’altro nutre per noi, considerando che esistono cose più importanti, come stare da solo/a, il bar, lo shopping, gli amici

6) Rendere la relazione d’amore automatica e meccanica, mettendo da parte i dettagli

7) Non sorridere in casa, riservando il buonumore e l’allegria per l’esterno

8) Non lodare l’altro per ciò che fa bene

9) Ignorare il coniuge

10) Non voler avere figli pensando che diano solo problemi

11) Giudicare le intenzioni dell’altro. Interpretare i suoi gesti e le sue parole: “So già perché stai dicendo questo, in fondo tu sempre…”

12) Fare da padre o da madre all’altro. Praticare le tecniche dei genitori con il coniuge: “Fai questo, non fare quello, saluta, sorridi, mangia bene…”

13) Utilizzare l’ironia, il sarcasmo, le grida, la ridicolizzazione, lo svilimento o il disdegno rivolgendosi al coniuge

14) Dubitare, diffidare, pensare sempre male

15) Non volere l’altro per com’è, ma per come vorremmo che fosse (come se fosse possibile…)

16) Essere passivi, aspettare che sia sempre l’altro a prendere l’iniziativa

17) Essere conformisti. Credere che se stiamo bene è meglio non mettere in atto cambiamenti che “complichino la vita”

18) Manipolare l’altro

19) Mettere barriere al dialogo: chiudere provvisoriamente o abitualmente la comunicazione

20) Non impegnarsi nei progetti comuni della coppia

E ora 20 vitamine che rafforzano il matrimonio:

1) Dire tutti i giorni al coniuge che lo si ama

2) Imparare a perdonare e a dimenticare gli errori

3) Concentrarsi sulle virtù del coniuge (ricordando che anche noi abbiamo difetti)

4) Ringraziare per la possibilità di averlo/a al proprio fianco

5) Difendere ciò che si ha di più importante: l’amore dell’altro. Non metterlo in pericolo e prendersene cure con tutte le forze

6) Godere in coppia dei dettagli, e sforzarsi di avere nuovi dettagli d’amore ogni giorno

7) Contagiare con l’allegria. Non essere negativi, ma cercare il positivo delle persone e delle cose, essere ottimisti, avere buonumore e saper ridere

8) Ammirare e rispettare l’altro. Quando si ama un’altra persona, è importante dirle ciò che ci piace di lui/lei e valorizzarlo, partendo sempre da un atteggiamento sincero e onesto, non manipolando mai per ottenere ciò che si vuole

9) Saper ascoltare. Sentirsi ascoltati è molto gratificante

10) Essere leali e rimanere fedeli all’impegno assunto, lavorare giorno per giorno per ravvivare il progetto comune perché la vita diventi gratificante per entrambi

11) Essere aperti alla vita, prendersi cura dei figli. Il lavoro e il divertimento non sono al primo posto

12) Non giudicare

13) Rispettare l’altro, che è una persona adulta e responsabile. Non ha bisogno di nessuno che gli dica cosa fare, come farlo o quando

14) Non permettere che la familiarità diventi insensibilità, mancanza di rispetto o grossolaneria

15) Aver fiducia: la relazione coniugale deve essere sempre presieduta da una fiducia di fondo, ovvero bisogna essere sicuri di poter confidare nel coniuge

16) Prendere l’iniziativa, essere creativi. Ciascuno deve assumersi la piena responsabilità per il miglioramento della relazione. Il matrimonio riguarda entrambi

17) Accettare i cambiamenti, comprendere che la relazione è dinamica, che sia uno che l’altro cambiano con il tempo, e che entrambi devono adattarsi a questi mutamenti

18) Sostenere l’altro, rispettare la sua libertà e perseguire il suo pieno sviluppo personale

19) Dialogare. La mancanza di comunicazione è una grande nemica dei matrimoni

20) Impegnarsi. Dare il meglio di sé per i progetti in comune della coppia.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
amorematrimonio
Top 10
See More