Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Israele-Palestina: appello di Abbas ai leader mondiali per frenare le rappresaglie israeliane

Mahmoud Abbas 01 – it

© European External Action Service

https://www.flickr.com/photos/eeas/7534415486

Erebmedioriente - pubblicato il 01/07/14

Dopo l'omicidio dei tre giovani israeliani si susseguono le azioni militari di Israele nella Striscia di Gaza

Il presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas ha avuto questa notte diversi contatti con leader mondiali ai quali ha chiesto di aiutare la Palestina a controllare eventuali rappresaglie israeliane, in seguito all’omicidio dei tre giovani coloni avvenuto nei pressi di Henbron.

L’emittente “Israel Radio” conferma che Abbas ha convocato questa mattina una riunione straordinaria dell’Ap a Ramallah, per discutere con il governo ad interim le possibili misure restrittive adottate da Israele, che in queste ore ha lanciato una campagna militare contro Hamas, ritenuta responsabile del rapimento e dell’uccisione degli adolescenti ebrei. Secondo i funzionari dell’Ap, il governo israeliano potrebbe chiedere ai leader di al Fatah di cancellare il patto di unità con Hamas, firmato lo scorso 25 aprile.

Intanto Israele continua l’operazione “Brothers Keeper”, in Cisgiordania. Questa notte l’esercito ha fatto irruzione nell’abitazione della famiglia di Marwan Kawasmeh, 29 anni, insieme a ad Amar Abu-Eisha sospettato di essere l’autore del rapimento. Entrambi sono membri di Hamas, come confermato anche dal movimento islamista. Questa mattina l’aviazione israeliana ha colpito 34 obiettivi nella Striscia di Gaza in risposta al continuo lancio di razzi dall’enclave palestinese.

Gil-ad Shaar, 16 anni, Naftali Fraenkel,16 anni, e Eyal Yifrach, 19 anni, sono stati rapiti nella notte del 12 giugno nei d’intorni dell’insediamento di Alon Shvut nell’area di Etzion a sud di Gerusalemme. I corpi sono stati trovati ieri intorno alle 17,30. I cadaveri erano legati e parzialmente sepolti in un campo aperto, situato in una zona di difficile accesso conosciuta come Wadi Tellem vicino Halhul. Il sito è a meno di 20 chilometri da dove erano stati rapiti.

Qui l’originale

Tags:
israelepalestina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni