Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconStile di vita
line break icon

Il gesto di Cavani, Atleta di Cristo

Aleteia - pubblicato il 25/06/14

Mentre i suoi compagni festeggiavano, a fine partita Cavani è andato a consolare uno per uno gli azzurri

Mentre tutti i suoi compagni di nazionale festeggiavano in mezzo al campo la qualificazione dell’Uruguay, Edison Cavani si è diretto verso la panchina dell’Italia e ha consolato uno per uno gli azzurri. Carezze, abbracci, strette di mano. Poi lo scambio di maglia con Ciro Immobile.

Testimone pubblico 
Un grande gesto per l’Atleta di Cristo che aveva dichiarato ai tempi del Napoli 
"Considero un privilegio poter utilizzare la mia popolarità di calciatore per testimoniare della mia fede pubblicamente e con notevole risonanza mediatica". Edinson Cavani non ha mai nascosto le ragioni della sua maturazione personale e professionale. "Il mio segreto? Credere in Dio come guida della mia vita. Lui è la mia fede e la mia risorsa". 

Amante del settimo giorno
Edison ama la vita di comunità e ha trascorso il capodanno del 2011 in compagnia dei suo correligionari in quel di Castel Volturno, proprio dove si allenava con il Napoli. Ha chiamato uno dei suoi figli Bautista e appena arrivato al Napoli aveva chiesto a Lavezzi di cedergli la maglia numero 7. Nessun vezzo da star, nessuna volontà di emulare chissà quale idolo dell’infanzia, la cifra in questione ha un chiaro valore simbolico, non a caso l’uruguaiano ha indossata il 7 anche a Palermo.

Vita, calcio e fede
"Aprite il cuore e seguite gli insegnamenti di Gesù Cristo, la vostra esistenza cambierà in meglio" è il messaggio di evangelizzazione degli Atleti di Cristo. E l’attaccante uruguaiano lo ripete tutti i giorni, oltre a testimoniarlo nelle 86 pagine che danno forma al suo libro "Quello che ho nel cuore – Vita, calcio e fede" un’autobiografia che racconta l’uomo prima del calciatore.

Tags:
calciomondiali di calciosport

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
6
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
7
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni