Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 15 Giugno |
Sant'Eliseo
home iconStile di vita
line break icon

Gli azzurri raccontati dal loro “don”

© gonews.it

Credere - pubblicato il 20/06/14

Don Massimiliano Gabricci è il padre spirituale della Fiorentina e della Nazionale

di Elisa Chiari

A bordo campo sta a suo agio, si vede che è abituato. Anche se quello di Coverciano non è precisamente il suo campo. Don Massimiliano Gabbricci è cappellano della Fiorentina, ma da quando il Commissario tecnico è Cesare Prandelli ha adottato anche la “parrocchia temporanea” degli azzurri, almeno nei periodi in cui i ragazzi si allenano al centro federale alle porte di Firenze.

Ha l’aria ruspante e bonaria e sta al gioco di chi gli chiede se sia in cerca di pecorelle smarrite: «Né più né meno che in mezzo agli altri ragazzi, sui campi della vita. Il calcio ne è una finestra, certamente particolare, ma non diversissima dal resto. Partecipo in punta di piedi. Ascolto, se serve conforto. Per chi crede, e ce ne sono, mi metto a disposizione, senza imporre».

Col Ct il rapporto è di profonda stima: «Non la definirei amicizia, ma solo per rispetto, nel senso che so che, sia per me sia per Prandelli, l’amicizia è un concetto molto serio, impegnativo, che richiede maggiore consuetudine. Lo stimo molto, credo di poter dire – senza violare nessun segreto – che è un uomo di fede solida, matura, con un senso alto della coscienza».

Non sempre è così, attorno ai bordi del campo, ma sta scritto «non giudicare», anche se capita che, proprio lì sulla riga bianca, sia stretto il confine tra fede e superstizione: «Accade, sì, che un segno della croce sia un gesto automatico, ma tante altre volte dietro un braccialetto con la croce c’è una sensibilità profonda che magari non ti aspetti in quel contesto. Attorno al campo, a quei livelli, si consumano emozioni forti: mi è capitato, ad esempio, in fase di ultima selezione, quando i 30 convocati dovevano diventare 23, che qualcuno che si sentiva precario mi abbia detto: “Don, stammi vicino”».

Poi, certo, nella consuetudine, non manca il rischio di prendersi, per contrappasso, uno scherzo da prete: «Ricordo con Buffon una volta: mi passava vicino e mi diceva, sornione: “Mi raccomando, don, prega per me”. A un certo punto, a tavola chiedo a Prandelli: “Mister, ma insomma, si può sapere che succede a Buffon?”. “Domenica c’è Juventus–Fiorentina!”». Una trappola in piena regola: indurre il don, cuore viola nonché tifoso del Palio contradaiolo della Lupa, a pregare per il “nemico”, contando sulla distrazione. Rischi del mestiere, per un cappellano serio ma non serioso.

Tags:
calciomondiali di calciosport
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Silvia Lucchetti
Matteo si è ucciso “in diretta” su un forum online. E...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni