Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 20 Giugno |
San Romualdo
home iconNews
line break icon

Il Papa (forse) nella “Lampedusa d’America”

© TERRE D'AMERICA

Luis Badilla - Terre D'America - pubblicato il 19/06/14

Viene chiamata così la zona di confine tra Messico e Stati Uniti, e Francesco, nel 2015, vi si potrebbe recare

Secondo l’agenzia Notimex, nel 2015, Papa Francesco nel corso di una sua possibile visita negli Stati Uniti in occasione dell’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie che si terrà a Filadelfia dal 22 al 27 agosto – e che per ora non ha avuto nessuna conferma ufficiale – potrebbe fare anche una visita in Messico, in particolare alla città capitale per raggiungere il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe.

Notimex inoltre sottolinea di aver potuto verificare con diverse fonti vaticane l’esistenza di un personale interessamento del Papa per una eventuale visita anche nel nord del Paese per recarsi al Muro di confine che separa parte della frontiera tra il Messico e gli Stati Uniti, scenario di tanti drammi dell’emigrazione e dove sono morte almeno 6.000 persone negli ultimi anni. I vescovi statunitense hanno chiamato la zona di Arizona/Nogales/Los Pasos “la Lampedusa d’America”. Il Santo Padre ha accettato l’invito a visitare il Messico a lui rivolto dai vescovi messicani nel corso della recente visita “ad Limina” e dallo stesso Presidente Peña Nieto ricevuto in udienza il 7 giugno. Non è stata comunicata ufficialmente ancora nessuna data per un’eventuale viaggio in questo Paese.

Lo scorso 1° aprile diversi vescovi statunitensi, guidati dall’arcivescovo di Boston cardinale Sean O’Malley, si sono incontrati due giorni nelle aree di confine, Nogales/Los Pasos, per incontrare le comunità locali residenti nei due Paesi separati dal muro e hanno concelebrato la Messa per le persone che hanno perso la vita tentando di emigrare, spesso clandestinamente.

Qui l'originale

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni