Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconNews
line break icon

In Iraq chiese e scuole aperte ai rifugiati

James Gordon

L'Osservatore Romano - pubblicato il 13/06/14

Una nota del dicastero vaticano per le Chiese orientali

Viva preoccupazione per l’aggravarsi della già delicata situazione in Iraq è stata espressa dal cardinale, Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali. Insieme ai superiori e agli officiali del dicastero, il porporato ha manifestato particolare vicinanza a sua Beatitudine Luis Sako, patriarca di Babilonia dei Caldei, che a più riprese dalla sua elezione ha sostenuto in ogni modo il dialogo e la riconciliazione nazionale, come pure agli arcivescovi caldeo e siro-cattolico di Mossul, monsignor Nona e monsignor Moshe. In queste tragiche ore i due presuli sono al fianco della popolazione, cristiana e musulmana, costretta a fuggire dalle proprie abitazioni e dalla propria città, in cerca di sopravvivenza.

Nella terra di Abramo, il quale si mise in cammino seguendo la promessa di Dio, si assiste all’ennesimo esodo di centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini, che vedono cancellata in un colpo proprio la promessa di stabilità e di vita.

In una telefonata il cardinale ha potuto manifestare personalmente a monsignor Nona la vicinanza della Congregazione e della Santa Sede, con ogni possibile disponibilità. L’arcivescovo ha assicurato che le chiese e le scuole e i luoghi cattolici sono aperti a tutti i rifugiati, in spirito di collaborazione tra gli aderenti alle varie religioni. A nome dei confratelli e dei fedeli, ha evocato il sostegno e la paternità di Papa Francesco e la sollecita e solidale preghiera della Chiesa universale, che invoca il germogliare di nuovi semi di giustizia.

L’auspicio è che la profetica preghiera per la pace che nella domenica di Pentecoste ha raccolto intorno al Pontefice e al patriarca Bartolomeo i capi di due popoli in conflitto apra un orizzonte di sicura pace anche in Iraq e in Siria, come in tutto il Medio oriente.

Qui l’originale

Tags:
chiese orientaliiraq
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni