Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconStile di vita
line break icon

"La parola sorge dal silenzio e al silenzio torna"

Ashley Rose

padre Francesco Occhetta - "L'UMANO NELLA CITTÀ" Il blog di Francesco Occhetta - pubblicato il 05/06/14

Nella vita spirituale è importante "costruire" quel silenzio che permette alla Parola di raggiungerci

Il nemico si comporta come la donna che diventa debole davanti alla forza e forte davanti alla dolcezza. Infatti, come è proprio della donna che litiga con qualche uomo perdersi d’animo e fuggire quando l’uomo le mostra il viso duro, – mentre al contrario, se l’uomo comincia a fuggire e a perdersi d’animo, l’ira, la vendetta e la ferocia della donna sono molto grandi e smisurate -; così è proprio del nemico indebolirsi, perdersi d’animo e indietreggiare con le tentazioni quando la persona che si esercita nelle cose spirituali si oppone con fermezza alle sue tentazioni, facendo in modo diametralmente opposto. Ma se, al contrario, la persona che si esercita comincia ad avere timore o a perdersi d’animo nel fronteggiare le tentazioni, non c’è sulla faccia della terra bestia più feroce del nemico della natura umana che persegua con maggiore malizia il proprio dannato intento (E.S. n. 325).

E’ innegabile. Nel cammino spirituale si ascoltano delle voci interiori che cercano in ogni modo di bloccarti soprattutto quando senti di poter vivere serenamente, anche con poco, avendo un equilibrio che attrae gli altri e ti fa essere una persona bella.

In situazioni di questo genere non è l’invidia altrui ad attaccarti ma iniziamo ad essere confusi da alcune voci interiori.
Queste sono le voci che Sant’Ignazio chiama “del nemico”.
In realtà per spiegare questa dinamica interiore, il fondatore dei Gesuiti usa qui un’immagine fuori moda che faceva parte della sua cultura. Ma c’è del vero in questa dinamica che spiega anche se, invece della donna, ci mettiamo l’uomo di oggi nel pieno della crisi antropologica che vive. Nel palco del cuore di ciascuno ci sono voci e luci diverse. Vanno sapute ascoltare e distinguere.

L’unica forza che hanno queste voci per convincermi di cambiare (peggiorare!) è esattamente quella che io gli permetto: “La mia paura e la mia incertezza – scrive p. Fausti – sono l’inizio della sua forza, in particolare è la paura della morte che permette al nemico di illuderci pensando che ci stia regalando vita vera!”.
È per questo che in casi così bisogna ritornare ad essere “monaci nella città” per distinguere il silenzio che genera la parola vera dai rumori: “Esiste un silenzio che è un elemento primordiale sul quale la parola scivola e si muove, come il cigno sull’acqua. Per ascoltare con profitto una parola, conviene creare dapprima in noi stessi questo lago immobile…. La parola sorge dal silenzio, e al silenzio ritorna”. (Jean Guitton, La Solitude et le silence).

In fondo la vita spirituale vera si fonda su una promessa: “Non temere”. Non su “avrai successo”, “sarai bravo” o  “diventerai famoso”. Queste sono le parole del nemico che ti vuole fare perdere. È tipico dell’uomo famoso non riconoscersi e non riuscire ad incontrarsi.

È per questo che bisogna usare fermezza e non essere ambigui. Nella vita di relazione è meglio sbagliare da sinceri che pensare di rimanere nel giusto e farlo pensare sapendo però di mentire.
È nella fermezza delle proprie scelte e decisioni che il male scappa. È, invece, nell’ambiguità di situazioni portate avanti tra il chiaro scuro della vita che invece siamo confusi e attaccati.

Da Maria in poi il nemico si vince con una promessa: “non temere”. Poi il “non temere” a Giuseppe… fino al “non temete” dopo la Sua risurrezione a quegli undici uomini impauriti e confusi, un piccolo nucleo di donne fedeli, che lo hanno seguito per tre anni ma che non hanno capito molto anche se lo hanno molto amato e non lo dimenticheranno.
Per questa memoria bisogna avere fede, vale a dire la capacità di fidarsi e affidarsi. Per vincere il male e non farsi del male va riconosciuta e chiamata per nome la paura che ti pone innanzi il male che temi.

Quando dunque senti paure, non nasconderle e non nasconderti; sarebbe peggio. In questi momenti bisogna essere decisi e dirsi dei no o dei sì chiari. Se vacilli il nemico ti vince.
Invece di restare ipnotizzato davanti agli inganni del nemico, affidati al Signore Dio della vita e digli come il salmista “nelle tue mani è la mia vita, anche il mio cuore riposa al sicuro”. È l’unica via per uscirne.
Anzi fuori dalla metafora: nella vita spirituale si può vivere solo in due modi o da liberi o da schiavi.

Qui l'originale

Tags:
spiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni