Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconNews
line break icon

​Continuano i massacri in Centrafrica

© MARCO LONGARI / AFP

CENTRAL AFRICAN REPUBLIC, Bangui : Wounded patients receive medical care in the ward of the "Hopital Communautaire" (Community Hospital) in Bangui on May 28, 2014. At least 10 people were killed and several others wounded in clashes on May 28 in the capital of the strife-torn Central African Republic, officials said. The violence erupted during the afternoon close to the Notre-Dame de Fatima church in Bangui, according to a police officer and a military source. AFP PHOTO/MARCO LONGARI

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 29/05/14

Sono almeno 15 le vittime di un attentato compiuto contro una chiesa alla periferia di Bangui

Continuano a soffrire i cristiani nella Repubblica centrafricana nonostante i tentativi di arrivare alla fine degli scontri. Nella guerra civile in atto ormai da mesi il caos è alimentato anche dalle violenze tra musulmani e cristiani. Decine di morti si sono registrati nei mesi scorsi e il 28 maggio si è verificata l’ultima strage.

Sono almeno una quindicina, secondo fonti di polizia e testimonianze riportate da siti e quotidiani online, le vittime di un attentato compiuto contro una chiesa alla periferia di Bangui, in un quartiere abitato da cristiani e musulmani (Avvenire 29 maggio). La gente era riunita nel cortile della chiesa di Nostra Signora di Fatima quando uomini armati hanno cominciato a sparare e non c’è stato scampo. “I feriti sono molti e tra le vittime c’è anche un sacerdote diocesano, padre Paul-Emile Nzale, che assisteva i più vulnerabili”, riferisce il segretario generale della Conferenza episcopale del Centrafrica, padre Cyriaque Gbate Doumaloò (Misna 28 maggio).

La notizia è stata confermata anche dall’arcivescovo Dieudonné Nzapalainga (Tmnews 29 maggio). Massacri, spesso a colpi di machete, si sono registrati un po’ in tutto il Paese. Per cercare di mettere fine alle violenze il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite aveva approvato all’unanimità una Risoluzione per istituire una Missione di stabilizzazione nella Repubblica centrafricana con l’invio di 10 mila caschi blu a partire dal prossimo settembre. La missione sarà affiancata da un contingente di militari francesi e da una forza formata da Paesi dell’Unione Europea. Il mandato dell’Onu è previsto fino al settembre 2015. Il Paese tuttavia resta sull’orlo del baratro. L’anno scorso una mediazione era stata avviata dalla Comunità di Sant’Egidio. Colloqui tra le diverse parti in lotta si sono tenuti a Roma il 6 e il 7 settembre nella sede della Comunità e alla fine era stato firmato il “Patto Repubblicano tra il Presidente della Repubblica, Michel Djotodia, il Primo Ministro, Nicolas Ntiangaye, e il presidente del Consiglio Nazionale di Transizione, Alexandre-Ferdinand Nguendet. Ma la situazione non è mai migliorata, nonostante diverse riunioni a Roma presso la sede della Comunità per implementare il “Patto repubblicano”.

Nel Paese era stato già ucciso un sacerdote il 18 aprile scorso, padre Christ Formane Wilibona. Dopo l'uccisione di ieri in Repubblica Centrafricana, del secondo sacerdote dall'inizio dell'anno, gli operatori pastorali (preti, religiose e laici) vittime di diverse forme di violenza nel mondo aumentano a 12 (Il sismografo 29 maggio).

Tags:
africasocieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni