Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 22 Giugno |
Paolino di Nola
home iconChiesa
line break icon

Evangelizzare con magliette o fodere per Iphone

© catholic on

Enrique Chuvieco - pubblicato il 27/05/14

Catholic On è un'iniziativa sfaccettata di giovani che un giorno di sono chiesti cosa potevano fare per Cristo e per la Chiesa

“EN(RED)DADOS”, “iMisión”, “Coloca tu corazón en las manos de Dios y Él lo pondrá en las manos de quien se lo merece” (Metti il tuo cuore nelle mani di Dio ed Egli lo metterà nelle mani di chi lo merita) sono alcuni dei messaggi che appaiono negli articoli diffusi da questo gruppo di giovani, che anziché fare soldi vuole diffondere il Vangelo. Una cosa inaudita per questi tempi.

Questa attività, tuttavia, non è l’unica sulla tavolozza di colori di Catholic On, come riconosce il suo presidente, Ignacio Antón, visto che si cerca di inquadrare le notizie di tutti i giorni in una prospettiva aperta al messaggio di Gesù di Nazareth, utilizzando le reti sociali e Internet come principali canali di comunicazione.

E i membri del gruppo sono pieni di gioia quando, senza conoscerli personalmente, persone o famiglie inviano loro fotografie in cui appaiono tutti con addosso le loro magliette, a distanza di un clic http://catholiconproject.spreadshirt.es.

Cos’è Catholic On?

È un progetto integrale di evangelizzazione. Ciò vuol dire che è un’iniziativa per portare il messaggio di Cristo a tutti in qualsiasi forma e con ogni mezzo, soprattutto attraverso il disegno, le immagini, la musica, le reti sociali e Internet.

Di quali strumenti e iniziative vi servite per portare avanti quest’opera?

Al di là di partecipare alle reti sociali, l’aspetto essenziale sono le persone. Attualmente il nostro progetto principale è la realizzazione di magliette e loghi per trasmettere il messaggio evangelico attraverso questi mezzi.

Alcuni anni fa, una ragazza portava all’università una maglietta con su scritto: “E se Lui posasse il suo sguardo su di te?” Visto che la maglietta era carina e la ragazza anche, le si avvicinò un ragazzo che le chiese chi doveva mettere gli occhi su di lei, il che le diede l’occasione per poter parlare di Dio a quel compagno con il quale non aveva mai parlato della questione. È la stessa cosa che vogliamo fare realizzando magliette con messaggi evangelici.

È un business, quindi?

Non in quanto tale. Poco fa mi diceva Gustavo Entrada, che ha realizzato il Twitter del Papa: “Ignacio, sai che con questo in Nordamerica faresti un sacco di soldi?”. Gli ho risposto che qui in Spagna non è così, e gli ho spiegato che la nostra intenzione non è fare soldi, ma trasmettere il Vangelo.

In questo senso, disponiamo di un negozio virtuale in cui mostriamo i disegni. Cerchiamo di far sì che le nostre magliette si vendano anche in alcuni negozi come la Libreria San Paolo, perché la gente possa vedere direttamente il prodotto.

Al di là delle magliette, cos’altro producete?

Disegniamo loghi, pagine web, uno di noi vuole aiutare i giovani che vogliono fare musica cristiana a realizzare il proprio disco e a diffondere musica cattolica, perché dispone di uno studio di registrazione. Attualmente la musica che ascoltiamo noi cattolici è evangelica, e ci sono messaggi che non sono conformi alla nostra fede.

Dall’altro lato, anche se stiamo realizzando una nuova web, il luogo in cui si “muovono” maggiormente i nostri progetti sono le reti sociali, nelle quali promuoviamo i nostri disegni e un messaggio evangelico costante.

Ad esempio, abbiamo celebrato l’11M [ricordo degli attentati dell’11 marzo 2004 a Madrid, ndt]. Possiamo vivere questa cosa partendo dal dolore e dalla sofferenza vuoti o pieni di speranza per il messaggio di Gesù, che offre sempre un raggio di luce in mezzo a quella sofferenza tremenda. Noi cerchiamo di trasmettere questi fatti – quelli che occupano le informazioni quotidiane – in un altro modo.

Al giorno d’oggi la diffusione delle reti sociali è enorme, perché puoi avere 2.000 followers e una potenzialità di 20.000 in funzione delle persone che ti possono seguire e condividere con altri.

  • 1
  • 2
Tags:
evangelizzazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
7
MORNING
Philip Kosloski
Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra gior...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni