Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

Le reazioni all’intervista di monsignor Galantino

© DR

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 15/05/14

Il mondo dei movimenti pro vita cattolici turbati dalle parole del segretario della CEI

Non è passata inosservata l’intervista che monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della CEI, ha rilasciato al Quotidiano Nazionale il 12 maggio scorso. Non solo ai lettori – cattolici e non – del Bel Paese, ma anche oltreoceano, le parole del vescovo sono arrivate e hanno provocato sconcerto e attenzione.

Monsignor Galantino nella sua intervista ad un certo punto dice al suo interlocutore: «Pensiamo alla sacralità della vita. In passato ci siamo concentrati esclusivamente sul no all’aborto e all’eutanasia. Non può essere così, in mezzo c’è l’esistenza che si sviluppa. Io non mi identifico con i visi inespressivi di chi recita il rosario fuori dalle cliniche, che praticano l’interruzione della gravidanza, ma con quei giovani che sono contrari a questa pratica e lottano per la qualità delle persone, per il loro diritto alla salute, al lavoro». La frase sui “volti inespressivi” ha generato in varie parti del mondo una reazione negativa da parte dei molti gruppi pro-life attivi, proprio nelle forme di gruppi di preghiera davanti alle cliniche abortive, così come riporta Marco Tosatti su Vatican Insider (15 maggio) elencando articoli apparsi sia nel mondo anglosassone che ispanofono.

A riportare un commento dall’Inghilterra è la Nuova Bussola Quotidiana (15 maggio), che pubblica la lettera che John Smeaton, direttore della britannica Society for the Protection of the Unborn Child (SPUC, Società per la protezione del bambino non nato), che ha inviato a monsignor Nunzio Galantino:

Sua Eccellenza,
Ho letto i suoi commenti, citati oggi da
The Tablet, in cui diceva, fra le altre cose, che lei non si “identifica con i visi inespressivi di chi recita il rosario fuori dalle cliniche che praticano l’interruzione della gravidanza”.
Io spero che lei sia stato frainteso. La prego di farmi sapere se questo è il caso.
Ho pensato di farle sapere che io mi identifico con le persone che pregano il rosario, fuori dalle cliniche che praticano l’aborto, indipendentemente dal fatto che i loro volti siano espressivi o meno.
Solo mezzora fa ho ricevuto un messaggio da un meraviglioso gruppo in Inghilterra che organizza, a costo di grandi sacrifici personali, gruppi di preghiera fuori dalla clinica abortista di Twickenham, nell’Ovest di Londra. Il messaggio recita: «Pregate molto per “Lucia”, incinta di 20 settimane. Il suo aborto è programmato per la settimana prossima a Twickenham».
Io ho pregato per Lucia. L’ho fatto prima di scriverle. Mentre scrivo, posso chiederle di pregare per lei e di chiedere ad altri di farlo?”

L’intervista del presule arriva quasi nello stesso momento in cui a Bologna, dopo quindici anni ininterrotti di iniziativa di preghiera inaugurata da Don Oreste Benzi (sul quale è stata aperta una causa di beatificazione) davanti agli ospedali dove si praticano le interruzioni di gravidanza, viene messa in discussione. Da alcuni giorni infatti l’attività dei molti volontari davanti al “Sant’Orsola” sono messe a rischio dalle pressioni dell’UAAR sulla giunta cittadina (La Nuova Bussola Quotidiana, 14 maggio).

Tags:
abortomonsignor nunzio galantinopro lifesanto rosario

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni