Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Chiesa

Papa Francesco, il dono del consiglio si conserva con la preghiera

© MASSIMILIANO MIGLIORATO/CPP

Radio Vaticana - pubblicato il 07/05/14

Durante l'udienza generale il pontefice ha concentrato la sua catechesi sul dono del "Consiglio"

All’udienza generale di stamani il Papa ha proseguito la sua catechesi sui doni dello Spirito Santo. Oggi ha parlato del dono del consiglio. Sappiamo – ha detto – quanto è importante, soprattutto nei momenti più delicati, poter contare sui suggerimenti di persone sagge e che ci vogliono bene. Ora, attraverso il dono del consiglio, è Dio stesso, con il suo Spirito, a illuminare il nostro cuore, così da farci comprendere il modo giusto di parlare e di comportarsi e la via da seguire. Ma come agisce in noi? Nel momento in cui lo accogliamo e lo ospitiamo nel nostro cuore – ha affermato – lo Spirito Santo comincia subito a renderci sensibili alla sua voce e a orientare i nostri pensieri, i nostri sentimenti e le nostre intenzioni secondo il cuore di Dio. Nello stesso tempo, ci porta sempre più a rivolgere lo sguardo interiore su Gesù, come modello del nostro modo di agire e di relazionarci con Dio Padre e con i fratelli. Il consiglio, allora, è il dono con cui lo Spirito Santo rende capace la nostra coscienza di fare una scelta concreta in comunione con Dio, secondo la logica di Gesù e del suo Vangelo. In questo modo, lo Spirito ci fa crescere interiormente, ci fa crescere positivamente, ci fa crescere nella comunità e ci aiuta a non cadere in balia dell’egoismo e del proprio modo di vedere le cose, così, lo Spirito ci aiuta a crescere e anche a vivere in comunità”.

"La condizione essenziale per conservare questo dono – ha proseguito – è la preghiera”. E sempre – ha aggiunto – torniamo sullo stesso punto: la preghiera. “Ma, è tanto importante la preghiera, pregare. Pregare le preghiere che tutti noi sappiamo da bambini ma anche pregare con le nostre parole, pregare il Signore: ‘Signore, aiutami, consigliami, cosa devo fare adesso?’. E con la preghiera facciamo spazio perché lo Spirito venga e ci aiuti in quel momento, ci consigli su quello che tutti noi dobbiamo fare. La preghiera, mai dimenticare la preghiera, mai. Nessuno se ne accorge quando noi preghiamo nel bus, sulla strada, preghiamo in silenzio, col cuore, approfittiamo di questi momenti per pregare. Pregare perché lo Spirito ci dia questo dono del consiglio”. 

“Nell’intimità con Dio e nell’ascolto della sua Parola – ha osservato – pian piano mettiamo da parte la nostra logica personale, dettata il più delle volte dalle nostre chiusure, dai nostri pregiudizi e dalle nostre ambizioni, e impariamo invece a chiedere al Signore: qual è il tuo desiderio?, chiedere consiglio al Signore. E questo lo facciamo con la preghiera”. 
”In questo modo – ha spiegato – matura in noi una sintonia profonda, quasi connaturale nello Spirito e si sperimenta quanto siano vere le parole di Gesù riportate nel Vangelo di Matteo: «Non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell’ora ciò che dovrete dire: infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi» (Mt 10,19-20). E’ lo Spirito che ci consiglia ma noi dobbiamo dare spazio allo Spirito perché ci consigli e dare spazio è pregare, pregare perché Lui venga e ci aiuti sempre”.

“Come tutti gli altri doni dello Spirito, poi – ha detto – anche il consiglio costituisce un tesoro per tutta la comunità cristiana. Il Signore non ci parla soltanto nell’intimità del cuore, – ci parla, sì, ma non soltanto lì – ma anche attraverso la voce e la testimonianza dei fratelli. È davvero un dono grande poter incontrare degli uomini e delle donne di fede che, soprattutto nei passaggi più complicati e importanti della nostra vita, ci aiutano a fare luce nel nostro cuore e a riconoscere la volontà del Signore!”.

Quindi ha aggiunto a braccio: “Io ricordo una volta, ero nel confessionale, e una coda lunga davanti, nel Santuario di Lujan, la diocesi di quel vescovo che è lì, e c’era nella coda un ragazzotto, tutto moderno con i tatuaggi … Ed è venuto per dirmi cosa gli succedeva. Era un problema grosso, difficile. ‘E tu che faresti? Io ho raccontato tutto questo alla mia mamma e mia mamma mi ha detto: Vai dalla Madonna e lei ti dirà cosa devi fare’. Ecco, una donna che aveva il dono del consiglio. Non sapeva come uscire dal problema del figlio ma ha indicato la strada giusta: ‘Vai dalla Madonna e lei ti dirà’. Questo è il dono del consiglio. Non dire: ‘Ma, questo…’. Lasciare che lo Spirito parli. E quella donna, umile, semplice, ha dato al figlio il consiglio più vero, il consiglio più bello, perché questo ragazzo mi ha detto: ‘Io ho guardato la Madonna e ho sentito che devo fare questo, questo, questo’. Io non ho dovuto parlare. Tutto la mamma, la Madonna e il ragazzo. Questo è il dono del consiglio. Voi mamme che avete questo dono, chiedete questo dono per i vostri figli: il dono di consigliare i figli. E’ un dono di Dio”.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
catechismodoni dello spirito santopapa francescoudienza generale
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni