Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Il selfie fatale

selfie fatale

© jonfeinstein

Aleteia - pubblicato il 30/04/14

L'incidente mortale della ragazza americana fa ritornare sul problema dell'ossessione per la propria immagine

Un gesto che probabilmente abbiamo fatto tutti decine, centinaia di volte. Senza pensare alle conseguenze che, però, possono essere fatali. Come per Courtney Sanford, la 32enne americana morta sul colpo in un incidente d’auto per un selfie pubblicato su Facebook con un post che diceva: "La canzone Happy mi fa felice". La ragazza è morta sul colpo. Fatale, per le forze dell’ordine, la distrazione: la giovane non aveva assunto alcol o droghe e viaggiava rispettando i limiti di velocità.

Ossessione o condivisione?
Il tema del selfie in quanto ossessione per la propria immagine è stato affrontato in questa riflessione  e di sicuro è un argomento destinato a non esaurirsi in poche battute. Non è questo il momento per fare ramanzine ma occorre andare a fondo delle ragioni per cui si compiono certe azioni, talvolta in maniera compulsiva. Perché devo far sapere a tutti cosa sto facendo, cosa sto pensando, cosa sto mangiando e dove sto andando? C’è un’origine buona: condividere una parte della propia vita. Ma fino a che punto?

Tags:
incidenteselfie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni