Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Moscardin
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Intimità spirituale e intimità familiare

Public Domain

<h2 class="itemTitle">Intimit&agrave; spirituale e intimit&agrave; familiare: l&rsquo;esperienza della fede e le trasformazioni dello stile nelle relazioni familiari.</h2>

Dimensione Speranza - pubblicato il 29/04/14


Evidentemente non mi sento di procedere in senso inverso. E non solo: in non pochi casi effettivamente il ricorso al sessuologo si rivela efficace, però… mi rimane un punto di domanda. Il ricorso al sessuologo talora si traduce nella ricerca di una "tecnica" in grado di trovare o ritrovare un know-how che nel concreto pareva arrancare; ma non sarà che in realtà il vero problema è antropologico? Non sarà che la pretesa (certo più o meno dichiarata o tematizzata) è di superare il limite posto da un "altro" la cui irriducibile alterità (che inevitabilmente è anche una alterità psichica e fisica) di fatto non sembra accettabile? Il risultato è che nella relazione sessuale una tale pretesa finisce per "spostarsi" nell’ansia della prestazione, con l’esito ulteriore di vivere il legame sessuale in modo almeno poco sereno, quando non difficoltoso o perfino disturbato. Ancora una volta, tutti coloro che lavorano nel campo della terapia o della consulenza di coppia credo riconoscano (almeno qui) una certa parificazione sessuale. Se ciò che in passato poteva derivare da quella presunta sessuofobia della cultura cristiana che andava a colpire (in modo almeno statisticamente significativo) la donna più che" l’uomo, attualmente le "nuove" patologie sessuali sembrano interessare indistintamente i due sessi. Considerando tuttavia che in questo campo il maschio indubbiamente può fingere di meno, sembra che sia proprio l’uomo a fare le spese maggiori di questo stato di cose.

Ritengo che quello dell’eros (incoraggiati in ciò anche dal magistero autorevole di Benedetto XVI14) sia invece un luogo autenticamente spirituale, con ricadute importanti sull’esperienza della fede, ma anche sui modi in cui, da tale passaggio attraverso l’eros, una coppia può trasformare anche la propria relazione familiare.

La presenza del limite, legata anche alla differenza dei generi sessuali, pone indubbiamente una sfida alla persona sollecita a un superamento. Si dà il limite perché pur all’interno di una medesima realtà e con il desiderio di una requisizione dell’altro, l’altro rimane sempre e comunque al di là di sé. A quel punto la persona si trova al bivio realmente drammatico che conduce alla ricerca spirituale o alla perversione. Perché lo scontro con il limite, se non si arresta nella semplice rassegnazione o nell’accettazione passiva, non può non interrogare nel senso di un "di più" che l’esperienza sembra non in grado di offrire. La perversione nasce dalla pretesa (illusoria) di superare il limite, ma come giungendo ogni volta per altra via al medesimo sbarramento. La via spirituale, invece, si offre precisamente a partire dalla consapevolezza che nell’indisponibilità dell’altro io partecipo di un mistero che ha la stessa forma dell’intimità affettiva, ma non coincide con essa e nemmeno rappresenta la sua semplice continuazione, né una sua proiezione o sublimazione. Scrive Clive S. Lewis: «Mai più crederò che la religione sia un prodotto dei nostri appetiti inconsci e insoddisfatti e un surrogato del sesso. I pochi anni che io e H. abbiamo passato insieme sono stati un vero banchetto d’amore; l’amore in tutte le sue modulazioni: solenne e festoso, romantico e realistico, a volte clamoroso come un temporale, a volte dimesso e accogliente come infilarsi le pantofole. Non un angolo del cuore e del corpo è rimasto insoddisfatto. Se Dio fosse un surrogato dell’amore, avremmo dovuto perdere ogni interesse per Lui. Perché sprecare il tempo con i surrogati, quando si ha l’originale? Ma non è così. Sapevamo entrambi che volevamo qualcosa oltre l’altro – qualcosa di affatto diverso, il cui bisogno era affatto diverso»15.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
Tags:
famiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
CONFESSION, PRIEST, WOMAN
Gelsomino Del Guercio
Segreto, psicologo e assoluzione: 3 consigli per una corretta Con...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni