Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Intimità spirituale e intimità familiare

Public Domain

<h2 class="itemTitle">Intimit&agrave; spirituale e intimit&agrave; familiare: l&rsquo;esperienza della fede e le trasformazioni dello stile nelle relazioni familiari.</h2>

Dimensione Speranza - pubblicato il 29/04/14


Assisto, e talora ne sono direttamente coinvolto, ad una serie frequente di richieste di incontri su tematiche che hanno a che fare con la comunicazione nella coppia. Nulla da dire e anzi, di più, si tratta di una questione che va tematizzata e incoraggiata. Allo stesso tempo, però, non posso fare a meno di segnalare (perché ritengo di averne fatto direttamente l’esperienza, a partire da singole domande o, più in generale, dalla modalità stessa di formulare i titoli delle riflessioni) che sotto sotto, a muovere quel bisogno di ragionare sulla comunicazione, ci sia anche la pretesa di non perdere il proprio potere sull’altro.

7. L’altro… oltre

Un testo recente (che ritengo assai pregevole) di Monique Selz10, psichiatra e psicoanalista, arriva ad esaltare il pudore come segno di «un limite fra gli individui [che sta] a dimostrare l’esistenza di un luogo interno del soggetto, requisito della sua libertà, ossia del suo pieno sviluppo individuale all’interno della collettività»11. Sarebbe come dire: siamo di fronte a una indisponibilità dell’altro in un tempo in cui invece l’altro vorrebbe essere reso sempre più disponibile. Trovo oltremodo interessante che da una psicoanalista possa giungere un richiamo del genere, considerando il fatto che la relazione psicoanalitica conduce inevitabilmente a uno svelamento di sé che, detto in altro modo, rappresenta un possibile attentato al pudore della persona.

Che l’evoluzione della vita di coppia possa portare a un cambiamento perfino consistente nel modo di sentire l’altro non è constatazione inedita. D’altra parte, e a motivo del mutamento delle istanze culturali, così come suggerito, ad esempio dalla Selz per la questione del pudore, ritengo che questa trasformazione del sentimento costituisca attualmente un fattore di problematizzazione, perfino grave, della relazione di coppia. Per procedere in modo più dettagliato e meno approssimativo, saremmo costretti a uno sconfinamento nei territori della sociologia e certo questo allargherebbe a dismisura la nostra riflessione. Allo stesso tempo, però (e pur accettando il rischio insito in ogni semplificazione) mi sento di affermare che dal punto di vista della psicologia dello sviluppo la nostra attuale cultura occidentale si presenta come meno capace, rispetto a quella di un passato nemmeno troppo remoto, di favorire la corretta esecuzione di alcuni compiti evolutivi. Alcuni risultati, credo abbastanza evidenti, di questo stato di cose sono la notevole complessificazione dello stadio adolescenziale e il cospicuo incremento delle patologie borderline della personalità.

Tutto ciò inevitabilmente rifluisce anche nella relazione di coppia. Mancanza o debolezza dei confini psichici, residui di onnipotenza narcisista, difficoltosa integrazione delle immagini di sé e dell’altro da sé…, sono alcuni dei dinamismi evolutivi "in cantiere" che più facilmente che in passato possono condurre la relazione affettiva e soprattutto quella d’intimità a diventare, inconsapevolmente, l’oggetto di processi d’interiorizzazione (almeno parziale) ancora attivi e non invece l’oggetto di un incontro con l’altro, intimo eppure "separato", e che tale deve rimanere. In altre parole: l’inizio di una relazione coniugale o di convivenza là dove la ricerca dell’altro procede anche dal compito evolutivo aperto della sua interiorizzazione innesca .. facilmente un processo che è simultaneamente progressivo e regressivo. Anche in questo caso la constatazione non corrisponde a qualcosa di nuovo; d’altra parte, però, il movimento regressivo, nella misura in cui va ad intercettare consistenti vulnerabilità previe o domande aperte a livello evolutivo, più facilmente può condurre ad una cristallizzazione della posizione regredita. Quindi l’esperienza di coppia può condurre simultaneamente la persona su territori di maggiore maturità e maggiore immaturità. Da ciò sono più probabili che in passato (e magari dopo pochi anni, ma perfino mesi di matrimonio o convivenza) forme di scissione o dissociazione in personalità che in precedenza non avrebbero fatto sospettare un successivo esordio patologico12.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
Tags:
famiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni