Aleteia
martedì 27 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Chiesa

Intimità spirituale e intimità familiare

Public Domain

<h2 class="itemTitle">Intimit&agrave; spirituale e intimit&agrave; familiare: l&rsquo;esperienza della fede e le trasformazioni dello stile nelle relazioni familiari.</h2>

Dimensione Speranza - pubblicato il 29/04/14

L’esperienza della fede e le trasformazioni dello stile nelle relazioni familiari

1. Introduzione

Le riflessioni che seguono nascono da tre percorsi differenti e senza troppi punti di contatto, almeno in apparenza. In realtà un punto di contatto c’è (almeno uno) e si tratta di qualcosa che mi pare decisivo: la vita. Sarà pur banale ricordarlo, ma giungo ad affermarlo senza alcuna modestia e perfino con una certa ostentazione: punto di partenza, contesto e in definitiva punto di arrivo delle cose che qui vorrei proporre è l’esperienza. Quello dell’esperienza concreta mi pare il modo più cristiano che abbiamo di procedere e validare le nostre affermazioni. Non già per offrire facili soluzioni, stratagemmi o, peggio, ricette, ma per quella fedeltà alla vicenda dell’uomo, della donna e delle loro relazioni che nella logica del mistero di Cristo dà credito alla storia come spazio di verità della persona umana. Mi piace tutto ciò che evangelicamente parla all’esperienza umana e mi viene da dire che se non parla all’esperienza forse non è troppo cristiano.

Vorrei dunque tracciare per sommi capi i tre percorsi di riflessione e successivamente mostrare a quali conseguenze interessanti si possa giungere dal loro intreccio per l’ambito che è a tema e che riguarda la vita familiare.

2. Tre percorsi di riflessione

2.1 Livelli di comunicazione nella coppia

Il primo percorso nasce dall’esperienza pastorale, soprattutto parrocchiale, ma anche dalla semplice condivisione e dall’amicizia con molte persone sposate, compresi i miei fratelli, che sono quattro, e i rispettivi coniugi (oltre ai miei dieci nipoti). Il confronto e le conversazioni con molti di loro mi hanno portato a rilevare un aspetto interessante del rapporto di coppia che oggi come oggi mi sentirei di ritenere almeno statisticamente significativo. E si tratta di questo: marito e moglie, anche nelle coppie più affiatate, anche nelle coppie nelle quali nonostante gli inevitabili conflitti esiste una buona e perfino ottima comunicazione, possono riuscire a parlare di tutto, ma proprio di tutto, anche delle questioni più intime e per perfino apparentemente più imbarazzanti. Eppure tutto ciò non garantisce che esista un’analoga intimità per quanto riguarda la propria esperienza di fede. Spontaneamente (o in astratto) vent’anni fa avrei pensato che se nella vita di coppia è accettabile un percorso progressivo nella comunicazione di quanto vi è di più intimo, all’ultimo posto, quasi come punto di arrivo, si trova tutto ciò che ha a che fare con la sessualità, intesa nel suo versante non troppo frequente dell’ascolto reciproco e perciò anche verbale dell’esperienza. Invece oggi dovrei dire che non ho trovato conferma (ripeto: almeno con significatività statistica) a quella implicita ipotesi di partenza. Non di rado accade che, invece, in quell’ultimo stadio della comunicazione si trovi proprio l’esperienza della fede, in tutte le sue modalità e anche in quella al negativo che è l’ateismo.

2.2 Una scoperta a partire dai test proiettivi

Il secondo percorso ha a che fare con un tema che apparentemente si trova piuttosto distante dalle riflessioni che qui sto conducendo. Si tratta dei test proiettivi. I test proiettivi sono… test, appunto, che vengono somministrati all’interno di un percorso di valutazione della personalità o di valutazione psicodiagnostica. I termini sembrerebbero sospingerci lontano, perfino in un mondo un po’ esoterico, ma le cose non stanno così. Un test si qualifica come "proiettivo" là dove offre a colui che lo affronta uno stimolo non strutturato, cioè estremamente vago. A quel punto, la reazione allo stimolo "proietta" il mondo interiore sullo stimolo, giacché questo, appunto, è talmente vago, da non avere consistenza propria. Da ciò (seppure con tutta la cautela che si deve avere, nella consapevolezza del fatto che, comunque, il test proiettivo rimane uno strumento e nulla di più) abbiamo molti dati sull’approccio che la persona intrattiene con la realtà.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
famiglia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni