Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Reggiseni ed autentica bellezza

Guillaume Lemoine

Aleteia - pubblicato il 22/04/14

Una nuova società vuole aiutare le giovani ragazze a comprendere la loro femminilità nell’era della cultura iper–sessualizzata

di Lilia Draime

Ieri ho letto di Megan Grassell, una imprenditrice liceale che ha dato il via a Yellowberry, una ditta che produce reggiseni belli e sobri per giovani ragazze. Grassell spiega di aver avuto l’idea dopo aver accompagnato la sorella minore a fare shopping ed essersi resa conto di quanto l’industria venda il sex appeal, anche ai giovani adolescenti. Così scrive sul suo sito:

“Abbiamo visto gli stessi indumenti in ogni negozio: push-up, ferretti e imbottiture, tutti accessori standard che fanno ‘crescere’ il seno di una ragazza di due misure. Ricordo di aver pensato a me, quando ero più giovane, con rabbia. ‘Perché voler crescere così in fretta?’”.

“Questa società rappresenta il mio sforzo per aiutare altre ragazze che hanno il mio stesso pensiero: che la nostra società preme affinché ci vestiamo in un certo modo a partire da un’età molto giovane. Mary Margaret (sua sorella) dovrebbe sentirsi sicura qualsiasi cosa indossi, non dovrebbe sentirsi inferiore ai suoi coetanei solo perché ha un aspetto diverso da quello di una modella più grande di dieci anni e che somiglia ad una dea”.

L’impegno di Grassell per il femminismo autentico è di grande ispirazione. E’ doloroso vedere tante belle ragazze della mia università, del liceo di mia sorella e anche della scuola media di mio fratello lottare per comprendere la loro femminilità nel bel mezzo della cultura iper-sessualizzata. Le giovani donne sono abbastanza fragili di per sé, senza questi standard superficiali che mirano ad una bellezza irraggiungibile, obiettivo primario delle società alle quali Grassell allude. Le nostre sorelle, le nostre figlie, le nostre amiche meritano molto di più. Io elogio Grassell e i suoi sforzi nel mostrare alle donne che la femminilità non è qualcosa che ha a che fare solamente con la sessualità, quanto piuttosto con l’autenticità, con l’essere se stesse.

——
Lilia Draime, studente junior presso un’università Cattolica degli Stati Uniti. I suoi articoli bisettimanali affrontano questioni che hanno un impatto sugli studenti più giovani che lottano per vivere la loro fede nei college e nei campus universitari, a prescindere dal fatto che queste scuole siano cattoliche o meno.

Tags:
adolescentisessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni