Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Passione di Cristo a Iztapalapa: la più grande e antica del Messico

© Jose Juan minime
Condividi

34 ore di rappresentazioni e 8 chilometri di percorso

L’enorme agglomerato di Iztapalapa è una delle 16 delegazioni del Distretto Federale messicano. Ha una superficie di poco più di 116 km² ed è situato a est della capitale messicana, occupando la parte sud del bacino del lago di Texcoco. In base al censimento della popolazione e delle abitazioni realizzato dall’Istituto Nazionale di Statistica, Geografia e Informatica nel 2010, aveva una popolazione di 1.815.786 abitanti, che lo rendono la circoscrizione più popolata di tutto il Paese.

A Iztapalapa, sulla sommità del Cerro de la Estrella, da 171 anni si svolge la rappresentazione della Passione di Cristo. Inizia, come nel Nuovo Testamento, con la processione della Domenica delle Palme, per la quale sono giunti circa 6.000 nazareni e vergini che hanno interpretato il popolo di Gerusalemme che ha accolto Gesù con giubilo, palme e grida di gioia.

Nella Domenica delle Palme, a Iztapalapa i nazareni sono identificati dalle tuniche viola, mentre le vergini indossano vestiti di color pastello. Il numero di nazareni e di vergini cresce ogni anno: nel 2013 ne sono arrivati 4.000, quest’anno 6.000.

Il momento più forte della rappresentazione è il Venerdì Santo, anche se durante tutta la Settimana Santa ci sono rappresentazioni di passi collegati all’ultima settimana del Signore, prima della Resurrezione. Essere il Cristo di Iztapalapa è una vera fonte di orgoglio. Chi viene scelto deve essere un fedele cattolico, sufficientemente forte per caricare la croce, che pesa 90 chili ed è lunga sei metri. Negli ultimi 45 anni, don Ángel Juárez ha donato la croce per tutte le rappresentazioni.

Chi rappresenta Cristo deve prepararsi adeguatamente, godere di ottima fama, essere originario di uno degli otto quartieri che compongono Iztapalapa e potersi esibire per 13 domeniche di seguito. Nel 2014 si pensa che nel percorso e nella salita al Calvario (il Cerro de la Estrella) accompagneranno Gesù circa 2.500.000 di persone, inclusa una nutrita delegazione della stampa, nazionale e internazionale. La partecipazione è tale che dal 2013 la Passione viene trasmessa in tempo reale attraverso le reti sociali e in televisione via Internet.

Di tutti coloro che assistono ogni anno alla rappresentazione, il 60% è costituito da abitanti di Iztapalapa, il 30% da persone provenienti da altre parti di Città del Messico e dai municipi della zona, il resto da turisti nazionali e stranieri. Quest’anno circa 11.000 membri del Procuratorato Generale di Giustizia del Distretto Federale (PGJDF) e funzionari della delegazione di Iztapalapa vigileranno per far sì che la rappresentazione numero 171 della Via Crucis di Iztapalapa si svolga senza problemi.

La rappresentazione della Passione di Cristo coinvolge 136 attori parlanti, 275 attori secondari e oltre 500 di contorno. Il Comitato Organizzatore ha iscritto per il 2014 2.500 nazareni, e le bande musicali hanno 105 componenti. Per la rappresentazione sono state svolte 180 ore di prove per 37 giorni, e ce ne sono voluti 40 per preparare la scenografia.

In totale, tra domenica, giovedì, venerdì e sabato si realizzeranno 34 ore di rappresentazioni. In queste giornate verranno fatti 5 volte gli 8 chilometri di percorso in processione per i quartieri. Il venerdì, la Via Crucis avrà un percorso di due chilometri fino alla zona della crocifissione, sulla sommità del Cerro de la Estrella.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.