Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Ask.fm: chiedo aiuto ma chi mi risponde?

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 15/04/14


Piccoli mostri crescono? Ciò che accade tra adolescenti-bambini su Internet è un fenomeno al quale prestare molta attenzione perché questo diventa il luogo in cui esasperare gli atteggiamenti e in cui veicolare affermazioni che non si avrebbe il coraggio di fare di persona. “L’aggressività – spiega lo psichiatra Federico Tonioni che è responsabile dell’ambulatorio per l’ascolto e la cura delle vittime del cyber bullismo del Policlinico Gemelli – è importante per un adolescente, perchè significa affermazione di sé”. Il problema è lo strumento Internet che amplifica questa aggressività impedendo che venga stemperata nelle relazioni faccia a faccia. Lo stesso avviene per l’estrema visibilità dell’aggressione verbale. “Per realizzare un atto di bullismo – aggiunge Tonioni – non bastano un bullo e una vittima, ma c’è bisogno di spettatori che assistano alla dimostrazione di forza di uno a spese dell’altro. La visibilità su Internet è enormemente amplificata e il bullo diventa una star. Per questo il cyberbullismo è più pericoloso del bullismo esercitato in un incontro faccia a faccia” (Aleteia26 febbraio).

Alla base c’è un dolore a cui non sanno dare un nome: “Soffrono di solitudine – afferma Tonioni -. Tanti ragazzini che vengono all’ambulatorio non riescono a incontrarsi, non reggono le relazioni dal vivo, e tanti sono vittime di cyberbullismo. Inoltre, disinvestono da qualsiasi discorso legato al corpo: non fanno sport, non c’è movimento che li invogli, hanno tutti lo stesso fisico, e tendono al ritiro sociale. (…) Quei ragazzini hanno una rabbia rimossa, e soprattutto realizzano attraverso Internet l’unica relazione possibile, altro che dipendenza!” (www.cowinning.it 3 dicembre 2013).

  • 1
  • 2
Tags:
bullismosocial networksuicidio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni