Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 26 Febbraio |
Religiosa e Fondatrice
home iconApprofondimenti
line break icon

Dottrina gender nelle scuole, il governo ci marcia

© UNAR/ Istituto Beck

La nuova Bussola quotidiana - pubblicato il 14/04/14

Interrogazione parlamentare sul tema degli opuscoli Unar, risposte incomplete

di Alfredo Mantovano

Giovedì 10 aprile, al Senato, nella seduta pomeridiana, è andata in scena una puntata della serie “campi di rieducazione” per bambini, per riprendere le parole del cardinale Bagnasco e di Papa Francesco. Il governo era chiamato a rispondere a due interpellanze riguardanti i manuali dell’Istituto Beck sull’identità di genere diffusi nelle scuole, presentate dai senatori Carlo Giovanardi e Lucio Malan,

Dopo l’ampia illustrazione da parte di costoro del contenuto dei loro atti (clicca qui per i testi integrali), ecco la meno ampia risposta dell’on. Gabriele Toccafondi, sottosegretario del Miur: «Prima di tutto tengo a sottolineare che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca considera molto importante favorire in ambito scolastico l’educazione al rispetto delle diversità e al contrasto di ogni forma di violenza e discriminazione. 

Per quanto riguarda gli opuscoli sull’educazione alla diversità, elaborati dall’istituto Beck, su incarico dell’UNAR (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), mi preme sottolineare che nella predisposizione di tale materiale il Ministero dell’istruzione non è stato coinvolto né, tanto meno, è stato coinvolto per le successive fasi di programmazione della relativa diffusione nelle scuole. Premesso comunque che tale diffusione non vi è stata, ritengo stigmatizzabile il fatto che una qualche forma di conoscenza di tale materiale (che è stato reso disponibile nel sito dell’istituto Beck), sia avvenuta senza che il Ministero dell’istruzione ne venisse informato». Tutto qui? no! il sottosegretario aveva esordito precisando che «come Ministero dell’istruzione non abbiamo ricevuto dalla Presidenza del Consiglio elementi completi ed esaustivi per una risposta integrata e coordinata», e per questo si limitava a dare seguito solo a una delle quattro interpellanze presentate.

In anni passati ho avuto l’onore per un po’ di anni di far parte di governi nazionali, in un ministero – quello dell’Interno – a cui vengono indirizzate migliaia di interpellanze e di interrogazioni. Talvolta capita che questi atti, che costituiscono una delle modalità di controllo parlamentare sull’attività del governo, coinvolgano contemporaneamente l’attività di più ministeri; di regola, presi accordi per individuare il ministero che in concreto risponde, gli altri gli trasmettono gli elementi per la parte di loro competenza: in questo modo chi va in Parlamento lo fa a nome dell’intero governo, non suo personale o del proprio dicastero. Può capitare che, nel lavoro di raccordo, ci siano ritardi o che gli elementi siano incompleti: in tal caso, il governo sente la Camera o il Senato per far slittare di qualche giorno il momento della risposta. 

Giovedì scorso, che io sappia, per la prima volta un ministero incaricato di rispondere per l’intero esecutivo ha dichiarato apertamente di non poterlo fare perché la presidenza del Consiglio non gli aveva fornito dati “completi ed esaustivi”. La cosa è apparsa strana non solo ai senatori Giovanardi e Malan, che nelle repliche lo hanno rimarcato, ma pure al presidente di turno del Senato sen. Maurizio Gasparri, che nella stessa seduta, in modo inusuale ma del tutto giustificato, ha commentato «se ci trovassimo a una sessione d’esame, diremmo al “candidato-Governo” di tornare più preparato sull’argomento», e ha definito «questo episodio increscioso, perché non ci si presenta di fatto senza alcun elemento nell’Aula del Senato».

Non è solo un problema di garbo istituzionale. Quest’ultimo non è di poco conto quanto al rispetto per il Parlamento, e quanto all’immagine dell’esecutivo su un tema come l’educazione: pare che di governi ne esistano almeno due, uno che sta a Palazzo Chigi e che, tramite l’UNAR, mette in giro quel che sappiamo; e uno che sta in viale Trastevere, e che sembra ignaro di tutto. Il dissenso fra i due palazzi è reale o è solo che il Miur non vuol restare col cerino in mano? È lecito chiederselo per pochi elementari dubbi, che – anche questi – sono al momento senza risposta:

  • 1
  • 2
Tags:
ideologia genderunar
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
3
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
MUM, HUG, CHILD
Annalisa Teggi
Mamma si suicida insieme al figlio, ma lo salva con l’ultim...
6
FAUSTINA
don Marcello Stanzione
I Cherubini e l’Inferno: le visioni degli angeli di santa Faustin...
7
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni