Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Marzo |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

8 tipi di donne da non sposare…mai

8 tipi di donne da non sposare…mai

© Public Domain

Religión en Libertad - pubblicato il 12/04/14

Vademecum per cristiani con consigli di San Paolo, i Proverbi e secoli di esperienza

di P.J. Ginés

La rivista "Charisma Magazine", la più letta negli Stati Uniti da lettori pentecostali e protestanti carismatici, ha pubblicato un decalogo sugli uomini con cui le donne cristiane non dovrebbero sposarsi mai, divenuto virale su Internet: lo hanno letto più di due milioni di persone, e 1,5 milioni lo hanno condiviso in rete.

Quando le condivisioni erano già 1,2 milioni, l'autore dell'articolo, J. Lee Grady, ex direttore della rivista, ha pubblicato una seconda parte concentrata sull'altro sesso: “8 tipi di donne da non sposare…mai”. I lettori (e le lettrici) l'aveva chiesta con insistenza. E anche se nel titolo scrive “mai”, nell'articolo ammette che con qualche aiuto questi difetti possono migliorare, l'altra persona può cambiare… anche se dovrebbe farlo prima del matrimonio.

“Sono il mentore di vari ragazzi e ho visto molti di loro sposarsi con successo nel corso degli anni, per cui non è stato difficile elaborare questa lista”, ha scritto Grady. “Ecco le donne che chiedo ai miei figli spirituali di evitare”.

1. La non credente
Grady ritiene che la Bibbia dica in modo “assolutamente chiaro” che i cristiani non dovrebbero sposarsi con i non credenti, e a questo scopo cita 2 Corinzi 6, 14: “Non lasciatevi legare al giogo estraneo degli infedeli”.

“Avete bisogno di una moglie che ami Gesù ancor più di quanto ami voi”, afferma Grady. “Mettete la maturità spirituale in cima alla lista delle qualità che volete in una sposa”.

Ad ogni modo, non è così “assolutamente chiaro” che la Bibbia proibisca tassativamente il matrimonio con non cristiani, anche se può essere umanamente raccomandabile per molte coppie.

In 1 Corinzi 7,14, San Paolo spiega cosa succede nei matrimoni in cui un coniuge non è cristiano, ed è chiaro che non si oppone del tutto a questi matrimoni: “Il marito non credente viene reso santo dalla moglie credente e la moglie non credente viene resa santa dal marito credente”, un pensiero ricordato anche nel Catechismo della Chiesa Cattolica al paragrafo 1637.

Il Catechismo aggiunge: “È una grande gioia per il coniuge cristiano e per la Chiesa se questa 'santificazione' conduce alla libera conversione dell'altro coniuge alla fede cristiana. L'amore coniugale sincero, la pratica umile e paziente delle virtù familiari e la preghiera perseverante possono preparare il coniuge non credente ad accogliere la grazia della conversione”.

Statisticamente, la causa principale di conversione al cattolicesimo da parte degli adulti nei Paesi occidentali è il fatto che il fidanzato/a o il coniuge appartiene già alla Chiesa cattolica e si desidera condividere la sua fede. Molti, però, potrebbero ritenere prudente che il partner si battezzi o si converta nella fase del fidanzamento e che ci si sposi quando questa fede sarà maturata un po'.

2. La ragazza materialista
“Un mio amico era impegnato con una ragazza appartenente a una famiglia ricca. Ha risparmiato per mesi per comprarle un anello, ma quando si è dichiarato lei ha detto che doveva tornare in gioielleria e comprare un diamante più grande. Lo ha spinto a indebitarsi per un anello che rispondesse alle sue aspettative. La ragazza voleva uno stile di vita Tiffany con lo stipendio Wal-Mart di lui. Ho detto al mio amico che si stava mettendo nei guai. A meno che non vogliate vivere indebitati per il resto della vostra vita, non vi sposate con una ragazza che ha il simbolo del dollaro sugli occhi e 8 carte di credito nel suo portafogli Gucci”.


3. La diva
Per Grady, la diva è la versione femminile del maschio che si crede superiore alle donne. “Pensano che il mondo ruoti intorno a loro e non ci pensano due volte se devono ferire qualcuno per dimostrarlo. Le loro parole sono taglienti e le loro esigenze, manifestate con un schiocco di dita, irragionevoli. Alcune di queste donne potrebbero arrivare ad avere un incarico di responsabilità nella Chiesa, ma non lasciatevi ingannare dalla loro conversazione super-spirituale. I veri leader sono umili. Se non vedete umiltà cristiana nella ragazza con la quale uscite, fate marcia indietro e continuate a cercare da un'altra parte”.

4. La Dalila
“Ricordate Sansone? È stato unto da Dio con forza soprannaturale, ma ha perso il suo potere quando una donna seducente ha scoperto il suo segreto e gli ha fatto il taglio di capelli più famoso della storia. Come Dalila, una donna che non ha consegnato la propria sessualità a Dio ti accecherà con i suoi incanti, ti spezzerà il cuore e ti ruberà l'unzione”.

“Se la donna ‘cristiana’ con cui ti trovi in chiesa veste in modo provocante, flirta con altri ragazzi, fa commenti sessualmente inappropriati su Facebook e ti dice che va bene il sesso prima del matrimonio, fuggi da quella relazione prima che ti catturi”.

5. La donna litigiosa
È meglio abitare su un angolo del tetto che avere una moglie litigiosa”, si legge in Proverbi 21,9. Per Grady, si tratta soprattutto di donne che si trascinano dietro ferite o offese antiche, forse di una vita precedente, e non riescono a “voltare pagina”. Può essere un sintomo del fatto che non sono disposte a perdonare. “Se la donna con cui esci è piena d'ira e di mancanza di perdono, le discussioni, le porte sbattute e i drammi rovineranno la vostra vita insieme. Insisti perché cerchi aiuto, consiglio e preghiera”.

6. La maniaca del controllo
“Il matrimonio è un'impresa congiunta al 50%, e l'unico modo per farla funzionare è che entrambi, marito e moglie, pratichino la sottomissione reciproca secondo Efesini 5, 21”, ha scritto Grady (la citazione è “Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo”).

“Come alcuni ragazzi che pensano di poter dirigere un matrimonio come una dittatura, ci sono donne che cercano di manipolare le decisioni per ottenere ciò che vogliono. Per questo la consulenza prematrimoniale è così importante. Non vorrai aspettare di essere sposato da due settimane per scoprire che tua moglie non ha fiducia in te e vuole controllare tutto”.


7. La mammona
“È normale che una novella sposa chiami la madre regolarmente cercando sostegno e consiglio. Non è normale che la chiami 5 volte al giorno per commentare ogni dettaglio del proprio matrimonio, inclusa la vita sessuale. Questo è strano. Ho parlato con ragazzi le cui mogli lasciavano alle proprie madri – o ai padri! – un controllo totale sul proprio matrimonio. Genesi 2,24 dice che l'uomo lascerà i genitori e si unirà alla moglie. I genitori dovrebbero restare dietro le quinte del matrimonio dei propri figli. Se la tua fidanzata non ha tagliato il cordone ombelicale, fai attenzione”.

8. La dipendente
“Al giorno d'oggi c'è molta gente nella Chiesa che soffre di dipendenze di vario genere: alcool, droghe, medicine, pornografia – da una parte perché non affrontiamo questi peccati dal pulpito dall'altra perché non diamo sufficiente sostegno a queste persone. Gesù può liberare completamente una persona da queste abitudini, ma non dovresti aspettare di essere sposato per scoprire che tua moglie non riesce a rimanere sobria. Forse sei chiamato a sposarti con lei, ma non è saggio portarla all'altare fin quando non avrà affrontato seriamente i suoi problemi”.

Il consiglio finale di Grady è “guardare oltre le qualità esteriori sbandierate come fondamentali dal mondo per concentrarsi sul cuore”. E riporta una citazione tratta dal libro dei Proverbi (31,30): “Fallace è la grazia e vana è la bellezza, ma la donna che teme Dio è da lodare”.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI IL DOSSIER DI ALETEIA SU INNAMORAMENTO E MATRIMONIO

Tags:
amoredonnefidanzamentomatrimonio
Top 10
See More