Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStile di vita
line break icon

L’amore può finire?

Daniel Greene

Juan Ávila Estrada - pubblicato il 10/04/14

Chi ama sa cosa significa il dolore perché amare fa male, e non perché genera sofferenza, ma perché vuol dire essere capaci di donare una delle cose più istintive che possediamo e che non vorremmo mai perdere: l’essere padroni di noi stessi, sapendo che c’è qualcuno di cui tener conto quando si devono prendere decisioni, che non si può più fare un progetto personale che non implichi l’altra persona, che non ci sono più il mio denaro e il tuo denaro ma c’è il denaro della nostra famiglia; che non si può più pensare con una testa sola né per due teste, ma si deve pensare con le nostre menti in comune per cercare il meglio per tutti.

E quando scompaiono le farfalle dallo stomaco? Quello sarà il momento della libertà, lì si recupererà l’autonomia dei sensi, abbandoneremo l’alienazione per costruire una relazione che si basi non sulla pelle ma sul “te” per come sei. Sarà il momento in cui arriveranno la tranquillità e la pace, in cui si potrà pensare con lucidità e tornerà la concentrazione per rendere al lavoro. Sarà il momento in cui non vivrò più per te, ma con te.

È allora che l’amore inizia a prendere forma, lì cade il travestimento di quanti, innamorati, pensavano di poter dare la vita per l’altra persona ma passato il turbinio della passione non danno neanche un centesimo per lei.

L’amore arriva quando passa l’innamoramento alienante, quando la passione è capace di restare ma senza consumare fino a togliere le forze. L’amore si costruisce sulla pace della fiducia, della convinzione della scelta, di chi resta come parte essenziale di un progetto di vita.

Non si può chiamare tutto amore.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
amoresocieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni