Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 04 Agosto |
San Giovanni-Maria Vianney
home iconNews
line break icon

Ecco il software per interagire con i defunti

Eterni.me

Aleteia - pubblicato il 09/04/14

Si chiama Eterni.me e permetterà di creare l'avatar in 3D di un defunto. Si va perdendo il senso del lutto e della sofferenza?

La tecnologia non solo ha permesso di allungare la vita ma potrebbe presto donare una sorta di immortalità. O meglio costruire un’alchimia per dribblare la solitudine e la sofferenza.

Come?

Si chiama Eterni.me ed è la start-up di un imprenditore romeno, Marius Ursache, che sta mettendo a punto un software per creare l’avatar in 3D di una persona defunta, con il quale interagire grazie ad un computer e a complessi algoritmi.   

Riproduzione del defunto
La piattaforma, come scrive RaiNews.it il 9 aprile, utilizzerà milioni di dati della persona scomparsa raccolti nel corso della sua vita: e-mail, foto, post sui social media. Tutte informazioni per permettere di simulare il suo comportamento e riprodurre la sua personalità. I familiari così si potranno rivolgere all’avatar e perfino parlare con lui, ricordando per esempio un episodio vissuto insieme, fino a chiedere pareri e consigli. Il punto è, spiega Ursache intervistato dal Times, "avere la possibilità di preservare un ricordo". 

Un’idea che, se vedrà effettivamente la luce, potrebbe aprire problematiche assolutamente nuove. Ma già da ora non mancano le polemiche. C’è infatti chi sostiene che, in questo modo, non sia possibile elaborare propriamente un lutto

E per un cristiano?
La questione è estremamente delicata. Sarebbe una sorta in discussione della Vita Eterna? Di certo è la creazione di un surrogato della memoria del proprio caro, che non gli rende giustizia. Oltre che uno stratagemma per anestetizzare la sofferenza, senza affrontarla veramente. Come invece ci testimoniano Gesù sulla via del Calvario e i tanti martiri della storia della Chiesa che hanno guardato in faccia, fino alla fine, il "loro calice".

Il dolore non è certo piacevole, ma perché non provare a viverlo come occasione per una maturazione di sè e della propria fede?

Tags:
memoriamorteparadisotecnologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
6
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
7
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni