Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconNews
line break icon

“La scienza è troppo fragile per sostenere la tua religione”

NASA Goddard Photo and Video

Centro de Estudios Católicos - pubblicato il 08/04/14

Se effettivamente la fede e la scienza sono unite così intimamente, perché sorge questo dibattito? Chi ne beneficia?

Quando si considera con attenzione la storia della guerra tra scienza e religione, si scopre che deriva realmente dal XIX secolo, dalla tarda epoca vittoriana. A volte l'agenda era molto semplice: ad esempio, se un partito politico era collegato alla Chiesa, il partito politico opposto iniziava a diffondere l'idea “La scienza è la nostra fonte di verità”.

In Nordamerica è avvenuto come parte di un movimento contro l'immigrazione. La gente che proclamava che la religione era antiscientifica era la stessa che cercava di impedire che immigrassero persone i cui cognomi terminavano con vocale, perché non poteva fidarsi di “quei cattolici”.

C'è anche gente che ha abusato della scienza. Ad esempio, l'evoluzione è una valida descrizione del meccanismo che spiega come si arriva da una specie all'altra, ma ci sono persone che prendono l'idea dell'evoluzione e la applicano all'eugenetica, al darwinismo sociale o la utilizzano per giustificare qualunque tipo di cose terribili.

Nello stesso senso, ci sono persone che dicono “La mia religione è una fonte di verità”, ma al contempo utilizzano questa affermazione per opprimere la gente che temono perché non è della stessa religione. Torniamo nuovamente al problema della paura.

Un filosofo ignorante sulla scienza filosoferà male. Ciò non vuol dire che debba dimenticare la scienza. Al contrario, deve studiarla! E una buona scienza! E se è possibile, dedicare del tempo a questo studio per imparare o, meglio ancora, per collaborare.

Una delle grandi cose relative alla scienza è che nessuno vi si dedica da solo. Ogni scienziato ha uno o due collaboratori, ha una squadra. Nessuno sa abbastanza per fare il lavoro da solo. Non sarebbe splendido se gli scienziati e i filosofi potessero pubblicare come squadra e imparare gli uni dagli altri? Avremmo un filosofo che sa un po' di scienza e uno scienziato che sa un po' di filosofia che lavorano insieme allo stesso progetto.

Negli Stati Uniti il dibattito è stato caratterizzato dalla “teoria dell'evoluzione” contro la “teoria del disegno intelligente”. Ha appena affermato che l'evoluzionismo può spiegare come una specie provenga da un'altra, ma che in passato non è stato sempre applicato correttamente e ha superato i propri limiti. Ha qualche opinione sulla teoria del disegno intelligente?

È un ottimo esempio di una bella idea utilizzata da persone che ne hanno distorto il senso. Credo in Dio e vedo la presenza di Dio nella splendida logica dell'universo. Per questo posso usarla per “Disegnatore” in questo senso, e questo è il senso tradizionale.

Le persone che credono di poter utilizzare la scienza per provare l'esistenza di Dio finiscono per fare della scienza qualcosa di più potente di Dio stesso. Per questo alla fine il dio che cercano di provare non è il Dio reale.

La gente che dice “Non capisco come accada questo in natura e quindi deve accadere perché Dio esiste” riduce Dio a un essere soprannaturale – fondamento di tutto ciò che esiste –, a un dio-naturale che lancia palle infuocate. Finiamo così per tornare al dio pagano della natura. È questo il pericolo.

La scienza è un cammino con molti ostacoli verso una verità che non raggiungeremo mai totalmente. E la scienza è un terreno molto fragile per sostenere la tua religione, perché la scienza dell'anno 2200 sarà molto diversa da quella del 2013.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
astronomiadiofede e scienzarichard dawkins
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
2
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
3
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
4
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
5
Divina Misericórdia
Gelsomino Del Guercio
Il Papa celebra domenica la Divina Misericordia. Ma perchè questa...
6
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni