Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconApprofondimenti
line break icon

Scattano le nuove norme antipedofilia: ma sono attuabili?

Nazareth College

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 05/04/14

Dal 7 aprile chi lavora con minori dovrà produrre un certificato penale al datore di lavoro: i dubbi sono sui tempi e sulla privacy

L’impulso arriva dall’Europa. Il decreto legislativo n. 39 del 4 marzo scorso, che recepisce una direttiva europea del 2011 contro “l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile”, entrerà in vigore lunedì prossimo. L’articolo 2 è il nodo più delicato, dal momento che prevede l’obbligo per chi lavora in strutture frequentate da minori – tra le quali le palestre, le scuole e le parrocchie – di produrre il proprio certificato penale ai propri superiori, per dimostrare la propria trasparenza in tema di pedofilia. Le problematiche di questa iniziativa sono diverse, e vanno dalla privacy – poiché il datore di lavoro avrebbe facile e illegittimo accesso ad informazioni giudiziarie sul proprio dipendente che trascendono il crimine della pedofilia – alla questione del tempo: ce ne vorrà parecchio prima che ogni struttura riuscirà a mettersi in regola, e questo costringerà ognuna di esse ad attraversare una finestra di illegalità in cui sarà sanzionabile. Ne abbiamo parlato con don Filippo Morlacchi, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Scolastica della Diocesi di Roma.

Cosa pensa di questa misura “antipedofilia”?

Morlacchi: Il testo chiede al datore di lavoro di procurarsi il certificato penale. Ora il certificato penale viene riconsegnato soltanto su richiesta del soggetto interessato; quindi il datore di lavoro dovrebbe richiedere all’eventuale lavoratore di fornire questo certificato. Ora questo può accadere per nuovi contratti, ma per tutti coloro che hanno un contratto già in essere, come può il datore di lavoro chiederlo a tutti? E se il dipendente si rifiutasse di fornirlo? Mi sembra sia una legge scarsamente applicabile nei tempi così immediati: è del 4 marzo 2014, a distanza di un mese è difficile che riesca ad essere attuativa. Bisognava individuare una strategia, magari dei commi con validità temporanea, con indicazioni transitorie, per capire come fare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
scuola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni