Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 03 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: l’inquietudine “è come un seme, che poi darà frutti”

© Gabriel Bouys/AFP

Roberta Sciamplicotti - Aleteia - pubblicato il 04/04/14

Cinque ragazzi belgi alla Casa Santa Marta per parlare con il pontefice delle proprie ansie e problematiche

Papa Francesco crede fermamente che sia suo “dovere” “servire i giovani”, anche rispondendo alle loro inquietudini, perché l'inquietudine “è come un seme, che poi darà frutti”.

Per questo, ha accolto volentieri nella Casa Santa Marta, dove risiede, cinque giovani di lingua fiamminga che fanno parte di un gruppo di 15 ragazzi che partecipano al progetto di comunicazione “Verse Vis” della pastorale giovanile della Fiandra (Belgio).

I ragazzi hanno posto varie domande al papa, che ha risposto loro in italiano lasciandoli soddisfatti e speranzosi.

“Lei è felice, e perché?”, gli hanno chiesto. “Assolutamente – ha risposto –. Sono felice. Ho una certa pace interiore, una pace grande, felicità, che viene anche con l'età, e anche con una strada che ha sempre avuto problemi, ma questa felicità non va via con i problemi”.

Circa l'importanza che dà all'attenzione ai poveri, papa Francesco ha spiegato che il motivo di questa scelta è che “questo è il cuore del Vangelo”.

Riferendosi poi al fatto che qualcuno, parlando di questa opzione privilegiata, ha detto “Questo papa è comunista”, ha commentato: “No. Questa è una bandiera del Vangelo, non del comunismo”; “i poveri sono al centro dell'annuncio di Gesù”.

Allo stesso modo, ha sottolineato l'importanza di restituire valore alle fasce della società che sono state messe purtroppo da parte perché “siamo entrati in una cultura dello scarto. Quello che non serve a questa globalizzazione si scarta – gli anziani, i bambini, i giovani”.

“In questo momento della storia l'uomo è stato buttato via dal centro, è scivolato verso la periferia – ha commentato –. E al centro, almeno in questo momento, c'è il potere, il denaro. In questo mondo in cui al centro c'è il potere, il denaro, i giovani sono cacciati via. Sono cacciati via i bambini – non vogliamo bambini, famiglie piccole –, sono cacciati via gli anziani – tanti anziani muoiono per un'eutanasia nascosta, perché non si ha cura di loro e muoiono – e adesso sono cacciati via i giovani”.

  • 1
  • 2
Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni