Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 07 Dicembre |
Sant'Ambrogio
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Brendan Eich, CEO di Mozilla, lascia dopo la bufera sul matrimonio gay

© Mozilla

Roberta Sciamplicotti - Aleteia - pubblicato il 04/04/14

Le dimissioni fanno seguito alle proteste per il suo appoggio al provvedimento contro il matrimonio omosessuale in California

Brendan Eich ha dato le dimissioni da CEO della Mozilla Corporation dopo che è emerso il suo sostegno a un provvedimento per bandire il matrimonio omosessuale in California.

In un messaggio postato sul suo blog il 3 aprile, la cofondatrice e presidente esecutivo di Mozilla Mitchell Baker ha scritto che la decisione di Eich è stata volontaria e che l'ha presa “per Mozilla e per la nostra community” (The Register, 3 aprile). “Mozilla – ha aggiunto – è orgogliosa della fama che ha per gli standard di qualità, e in questa settimana trascorsa non siamo stati all'altezza di tutto ciò”.

“Sappiamo perché la gente è ferita e arrabbiata, ed ha ragione: è perché non siamo stati fedeli a noi stessi. Non abbiamo agito come ci si aspetterebbe che agisca Mozilla. Non ci siamo mossi abbastanza rapidamente una volta che la controversia era iniziata”.

La nomina di Eich a CEO di Mozilla, avvenuta il 24 marzo, ha fatto infuriare i sostenitori dei diritti gay dopo che è emersa la notizia secondo cui avrebbe contribuito con 1.000 dollari alla campagna a sostegno della Proposition 8, un'iniziativa della California del 2008 che difendeva la definizione “un uomo, una donna” come standard per il matrimonio nella costituzione statale.

Anche se alla fine la proposta è stata affossata perché ritenuta incostituzionale rispetto alla legge federale – all'inizio era passata ma nel 2013 è stata rovesciata dalla Corte Suprema statunitense – , il sostegno di Eich al provvedimento è stato visto come antitetico all'ethos pubblico di Mozilla, portando alla richiesta di un boicottaggio del browser Firefox del gruppo.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni