Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 21 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Brendan Eich, CEO di Mozilla, lascia dopo la bufera sul matrimonio gay

Brendan Eich, CEO di Mozilla, lascia dopo la bufera sul matrimonio gay

© Mozilla

Roberta Sciamplicotti - Aleteia - pubblicato il 04/04/14

Le dimissioni fanno seguito alle proteste per il suo appoggio al provvedimento contro il matrimonio omosessuale in California

Brendan Eich ha dato le dimissioni da CEO della Mozilla Corporation dopo che è emerso il suo sostegno a un provvedimento per bandire il matrimonio omosessuale in California.

In un messaggio postato sul suo blog il 3 aprile, la cofondatrice e presidente esecutivo di Mozilla Mitchell Baker ha scritto che la decisione di Eich è stata volontaria e che l'ha presa “per Mozilla e per la nostra community” (The Register, 3 aprile). “Mozilla – ha aggiunto – è orgogliosa della fama che ha per gli standard di qualità, e in questa settimana trascorsa non siamo stati all'altezza di tutto ciò”.

“Sappiamo perché la gente è ferita e arrabbiata, ed ha ragione: è perché non siamo stati fedeli a noi stessi. Non abbiamo agito come ci si aspetterebbe che agisca Mozilla. Non ci siamo mossi abbastanza rapidamente una volta che la controversia era iniziata”.

La nomina di Eich a CEO di Mozilla, avvenuta il 24 marzo, ha fatto infuriare i sostenitori dei diritti gay dopo che è emersa la notizia secondo cui avrebbe contribuito con 1.000 dollari alla campagna a sostegno della Proposition 8, un'iniziativa della California del 2008 che difendeva la definizione “un uomo, una donna” come standard per il matrimonio nella costituzione statale.

Anche se alla fine la proposta è stata affossata perché ritenuta incostituzionale rispetto alla legge federale – all'inizio era passata ma nel 2013 è stata rovesciata dalla Corte Suprema statunitense – , il sostegno di Eich al provvedimento è stato visto come antitetico all'ethos pubblico di Mozilla, portando alla richiesta di un boicottaggio del browser Firefox del gruppo.

In un'intervista rilasciata al quotidiano Guardian, Eich, cofondatore di Mozilla, ha affermato che le sue convinzioni politiche sono “personali” e di averle sempre “tenute fuori da Mozilla in questi quindici anni”.

“C'è una differenza tra la compagnia, la fondazione, come datore di lavoro e come entità, e la community nel suo insieme, che non ha alcun obbligo di concordare sull'uguaglianza LGBT o qualsiasi altra cosa che non sia centrale per la missione o il manifesto di Mozilla”, ha commentato.

I commenti di Eich sono apparsi tuttavia in contrapposizione con le idee della Baker, che il 29 marzo aveva dichiarato che “Mozilla sostiene l'uguaglianza per tutti, includendo esplicitamente l'uguaglianza LGBT e l'uguaglianza matrimoniale”.

Eich ha confermato di non essersi solo dimesso dal ruolo di CEO, ma di aver lasciato del tutto la compagnia. “Lascio Mozilla per godermi un po' di riposo, fare qualche viaggio con la mia famiglia e guardare i problemi da un'altra angolazione”, ha dichiarato.

Eich, che è stato anche il creatore del linguaggio JavaScript, si è dimesso pure dal consiglio d'amministrazione della Mozilla Foundation, l'organizzazione no-profit che possiede la Mozilla Corporation (BBC News, 3 aprile).

Quando è stata resa nota la sua nomina, alcuni utenti contrariati hanno dato sfogo alle loro opinioni sui social media e molti dipendenti di alto profilo di Mozilla gli hanno fatto eco. Tre membri del consiglio d'amministrazione si sono addirittura dimessi in seguito alla nomina di Eich, sebbene Mozilla avesse escluso qualsiasi collegamento tra i fatti.

L'atto di protesta che ha provocato maggior danno è venuto dal sito web di incontri OkCupid. Gli utenti che volevano usare il browser Firefox di Mozilla sono stati salutati con un messaggio che recitava: “Ciao, utente di Mozilla Firefox. Scusa per questa interruzione della tua esperienza OkCupid. Il nuovo CEO di Mozilla, Brendan Eich, si oppone alla parità di diritti per le coppie omosessuali. Preferiremmo quindi che i nostri utenti non utilizzassero il software Mozilla per accedere a OkCupid”.

Mozilla ha inizialmente difeso la nomina di Eich, ma il post sul blog della Baker che annunciava le dimissioni del CEO se ne scusava. “Abbiamo fallito nell'ascoltare, impegnare e nell'essere guidati dalla nostra community”, ha scritto.

La Baker ha aggiunto in un'intervista che la capacità di Eich di guidare la compagnia era stata seriamente danneggiata dal continuo esame di questa scottante questione, nota nella community di Mozilla fin dal 2012 (Re/code, 3 aprile).

Ha quindi osservato che ignorava le idee di Eich sul matrimonio omosessuale. “Per me è stato uno shock, perché non ho mai visto alcun tipo di atteggiamento da parte sua che non fosse in linea con i valori di inclusività di Mozilla”. “È difficile perché Brendan è uno dei fondatori ed ha offerto un grande contributo, ma è più importante avere la certezza che altri continueranno a unirsi e a sostenere gli sforzi di Mozilla”.

Top 10
See More