Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 20 Giugno |
Beata Vergine Maria Consolatrice
home iconChiesa
line break icon

Corsi Alpha, la via per riscoprire la gioia del “primo annuncio”

© Alpha

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 03/04/14

Funziona la collaborazione con le parrocchie?

Cammarata: C’è un grande interesse che sta sorgendo anche grazie alla spinta di papa Francesco, questo è indubbio. Ci sono dei parroci che ci stanno contattando perché hanno il desiderio di mettersi in gioco con la Nuova Evangelizzazione e in Apha trovano una risposta. La cosa interessante è che ci sono sia parroci, che erano già aperti ad altre esperienze di Nuova Evangelizzazione, ma anche parroci che non hanno mai avuto esperienze di questo tipo, o tradizionalisti, che trovano in Alpha un metodo non invasivo, che si apre e si chiude in 10 settimane, che si sentono liberi di sperimentare. Noi facciamo in genere una giornata di formazione per il team che insieme al parroco vorrà iniziare questa esperienza, diamo così modo al parroco di apprenderlo e poi applicarlo. Questo è un grande incoraggiamento per il parroco a continuare con questo metodo, ed è il punto di forza del nostro approccio, anche perché il parroco capisce che non c’è una struttura di Alpha a cui devono rimanere legati: Alpha è un servizio.

Che rapporto si crea tra credenti e non credenti?

Cammarata: Ogni gruppo è formato da 12 persone, che per prima cosa si mettono intorno al tavolo a mangiare, a bere il tè, ecc. C’è sempre un responsabile e un coadiutore; in questo rapporto di 2 a 10 si crea uno scambio libero tra le persone. Per questo le persone tornano, perché sentono questa libertà di potersi esprimere. Ad esempio, l’argomento della prima cena è: chi è Gesù? Ci saranno i non credenti che esprimeranno il loro pensiero, in questo scambio di ragionamenti, di esperienze, di pensieri e di fede, i non credenti si sentono liberi di tornare la seconda volta. In Italia stiamo avendo un grandissimo riscontro, perché le persone hanno un grande desiderio di confrontarsi intorno ad argomenti di fede. Probabilmente non l’hanno mai fatto in modo così libero.

Ritrovarsi in una cena produce un senso di intimità?

Cammarata: Assolutamente sì. La cena è il momento più importante, soprattutto per chi si sta approcciando a questo tipo di realtà. Un non credente che si ritrova attorno ad una tavola, a mangiare o a bere, si sente in famiglia, sente la possibilità di lasciarsi andare, perché trova un clima rilassato. Gli ospiti tornano anche perché sentono che stanno creando relazioni di amicizia. Con la scusa delle relazioni di amicizia possono condividere in maniera molto approfondita i loro percorsi di vita. Ci sono tre aspetti: una cena, è il momento di condivisione della propria vita; poi l’insegnamento legato al tema cristiano; e infine la discussione su ciò che si è ascoltato. Abbiamo avuto anche esperienze di Alpha nei luoghi di lavoro, magari corsi fatti durante la pausa del lavoro. Ci sono altri che stanno facendo Alpha durante il pomeriggio, con le mamme che aspettano i ragazzi che escono dal catechismo: bevono un tè, o mangiano una torta e intanto fanno il percorso di Alpha. Anche se fatto in un pub, lo scopo di Alfa è quello di introdurre le persone alle comunità parrocchiali.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
corsi alphakerygmanuova evangelizzazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni