Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Ottobre |
San Luca
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Portare il Vangelo nelle periferie esistenziali: la missione di Caritas italiana

Jukka Kervinen

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 02/04/14


Beccegato: Mi piace evidenziare a questo proposito una capacità di risposta di tipo europeo. Tutti i Paesi segnati dalla crisi economica sono anche caratterizzati da un rinnovato impegno di tutte le chiese locali e delle Caritas, come ha evidenziato la presenza al convegno del direttore di Caritas Cipro e il segretario generale di Caritas Europa e la presentazione di un rapporto europeo dedicato a questo. L’aspetto peculiare è che non senza difficoltà – le realtà diocesane che sono qui riunite esprimono tutta la fatica che stanno facendo in questi anni – c’è stato tuttavia un moltiplicarsi di carità, da quella più spicciola di risposta ai bisogni della marginalità più estrema con mense, beni alimentari e essenziali, aiuti economici, a interventi come il microcredito o il prestito della speranza che con la Conferenza episcopale italiana stiamo cercando di portare avanti in modo sempre più capillare, ma anche forme di solidarietà più innovative come lo sportello per prevenire il suicidio tra gli imprenditori del Nord-est: si tratta di forme di aiuto più complesse e magari più difficili da gestire, ma rispondenti a bisogni reali che oggi non si possono trascurare.

Il convegno serve per fare il punto su ciò che è stato fatto e vedere cosa cambiare o aggiungere nelle attività della Caritas: c’è qualcosa che avete già intuito in questa prospettiva?

Beccegato: Noi cogliamo che molti nuovi poveri ci chiedono di non essere trattati come categorie generali, ma uno per uno, ognuno con la propria storia. L’aspetto più rilevante della nostra attività deve essere allora la capacità di accogliere e dare dignità ad ogni persona. Per questo bisogna mettere in atto più ascolto e più dialogo per individuare percorsi di uscita fuori dagli schemi attuali. Questa considerazione spiega il fatto che, dovendo anche stabilire delle priorità alla nostra capacità di risposta, presumibilmente dovremmo ridurre al minimo ogni approccio di tipo assistenzialistico che non coinvolga anche la corresponsabilità personale rispetto alla propria situazione: pensiamo al fenomeno dilagante del gioco d’azzardo e dello spreco di risorse personali e familiari. La responsabilizzazione delle persone deve andare di pari passo con la massima accoglienza, in qualunque condizione, fosse pure il più infimo. Occorre poi trasformare: quasi tutto ciò che abbiamo fatto fino ad oggi deve essere un po’ rivisto perché la situazione è cambiata a tal punto che le risposte standard non vanno più bene. Aggiungere percorsi inediti è guardare a queste povertà con occhi nuovi e con la fantasia della carità individuare risposte nuove e sempre più personalizzate.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
accoglienzacaritas italianapapa francescoperiferie esistenzialipovertà
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
6
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni