Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 23 Giugno |
San Giuseppe Cafasso
home iconNews
line break icon

L’Australia riconosce il genere neutro

© GREG WOOD / AFP

AUSTRALIA, Sydney : (FILES) A photo taken on on June 14, 2013, shows Norrie, who uses only a first name and does not identify as either male or female, posing for a photograph in the Sydney suburb of Redfern. Australia's highest court on April 2, 2014, ruled that a person can be legally recognised as gender neutral as opposed to male or female. "The High Court... recognises that a person may be neither male nor female, and so permits the registration of a person's sex as 'non‑specific'," it said in a unanimous judgement that dismissed a New South Wales state appeal to recognise only men or women. AFP PHOTO / FILES / Greg WOOD

Aleteia - Agi - pubblicato il 02/04/14

La Corte Suprema australiana ha stabilito che una persona può essere legalmente riconosciuta con un sesso 'non definito'. Ma qual è l'origine del problema?

La Corte Suprema australiana ha stabilito che una persona può essere legalmente riconosciuta di genere "neutro", che si possa registrare cioè nei documenti con un sesso 'non definito', invece che come maschio o femmina.

Una legge fuorilegge
"La legge riconosce che una persone può non essere nè uomo nè donna e per questo permette la registrazione del sesso come 'non definito'", si legge nella sentenza. Il caso si riferisce a una persona di Sydney, chiamata Norrie, che non si definisce nè uomo nè donna e che ha voluto introdurre una nuova categoria di genere. Norrie, che si fa chiamare con questo solo nome, è nato maschio ma nel 1989 si è operato per diventare una donna.

Crisi d'identità irrisolta
L'intervento chirurgico però non è riuscito a risolvere la sua
ambiguitàsessuale e così Norrie ha voluto il riconoscimento di un nuovo genere sessuale, non tradizionale; ma l'ufficio anagrafico del Nuovo Galles del Sud, prima ha accettato ma poi ha rifiutato di iscriverlo ufficialmente con un sesso non specifico. E così nel 2010 Norrie ha iniziato la battaglia legale nei tribunali che ha portato alla sconvolgente sentenza di oggi. 

Un dramma non affrontato
Dove sta l'origine del problema? Solo nella sentenza? La crisi d'identità (irrisolta) che una persona come Norrie sta vivendo dimostra come la mancanza di un'educazione e di un cammino di comprensione di sè siano il vero nodo di questo dramma. Un dramma che nessuno vuole guardare veramente in faccia. Tantomeno la legge australiana.

LEGGI IL DOSSIER DI ALETEIA SUL GENDER

Tags:
australiaideologia genderleggenatura umana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni