Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Il Vaticano esporrà il Padre Nostro più antico in una mostra

Padre Nuestro en arameo – it

© Dangelo

Valores Religiosos - pubblicato il 02/04/14

Verbum Domini II si potrà visitare dal 2 aprile al 22 giugno nel Braccio di Carlo Magno

Il Vaticano ospiterà dal 2 aprile al 22 giugno la mostra Verbum Domini II, con quasi 200 manoscritti antichi e documenti biblici, tra i quali il Papiro Bodmer XIV-XV, che contiene il frammento scritto più antico del Vangelo di Luca, il più antico Padre Nostro conosciuto e uno dei frammenti scritti più antichi del Vangelo di Giovanni. L’esposizione si potrà visitare nelle gallerie del Braccio di Carlo Magno, nel colonnato di Piazza San Pietro, a pochi metri dalla basilica vaticana.

Si tratta della seconda iniziativa di questo tipo, con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e la promozione di Green Collection, la collezione privata di testi e documenti biblici rari più grande al mondo.

La mostra permetterà di esporre per la prima volta al pubblico quasi duecento volumi di incalcolabile valore storico, tra i quali tre frammenti dei profeti Daniele, Ezechiele e Geremia dei rotoli del Mar Morto, i più antichi testi conosciuti delle Scritture ebraiche.

Verranno esposte anche cinque pagine dei Salmi in greco del papiro Bodmer risalenti al III o al IV secolo; manoscritti del Codex Climaci Rescriptus, una delle Bibbie più antiche e che contiene i testi più estesi nella lingua madre di Gesù, l’aramaico palestinese; testi dei secoli VI e VII, in greco, dei Vangeli e altri del VI secolo contenuti in testi dell’Antico e del Nuovo Testamento.

Tra i documenti c’è anche un fascicolo doppio del Codex Vaticanus, uno dei più antichi manoscritti conservati della Bibbia o parte del Codice Sinaitico o Codex Sinaiticus, il primo manoscritto integrale della Bibbia risalente al IV secolo.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bibbiapadre nostro
Top 10
See More