Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Accompagnare alla Cresima trasformando i giovani

Wayne Miller
Condividi

“Chosen” punta ad evangelizzare i ragazzi in modo più brillante ed efficace

Il giovane ministro e speaker cattolico Chris Stefanick sostiene che un programma di preparazione alla Cresima denominato "Chosen" riesce a catechizzare ed evangelizzare i ragazzi in un modo del tutto nuovo in grado di condurli direttamente a Gesù Cristo.

“Quando le persone sentono la fede in modo vero e convincente, essa li raggiunge ovunque siano. E loro rispondono allo stesso modo, con tutto il cuore, come hanno fatto 2.000 anni fa”, ha detto alla CNA il 19 marzo Chris Stefanick, co-autore del programma.

A suo avviso, il programma "Chosen" è "catechisticamente profondo" e presenta "una visione coinvolgente della fede e di come viverla".

“È trasformante. Cambierà la vita dei ragazzi", ha detto Stefanick, che ha dichiarato di aver già visto questi cambiamenti nella vita degli amici dei suoi figli.

Il programma mira a impostare un ritmo coinvolgente che può mantenere l'interesse nei ragazzi bilanciando fede, divertimento e video ad alto impatto.

Il programma è il risultato di cinque anni di pianificazione e consultazione.

Stefanick ha riflettuto sulla natura dell’insegnamento della fede. Ha detto che se l'insegnamento non conquista i cuori e le menti, allora non è catechesi.

“Insegnare il catechismo significa insegnare soprattutto a trasformarsi, a realizzare un incontro con Gesù Cristo. Questo è ciò che teniamo a mente in ogni lezione”.

Ha detto che il programma è "facile da usare" ed ha lo scopo di aiutare "il volontario medio della parrocchia", che non è un teologo esperto, o il giovane ministro, ad iniziare con piccoli gruppi.

La prima lezione del programma non inizia con i fatti di Dio o con la fede, ha spiegato Stefanick.

"Si inizia con una semplice domanda: 'cosa stai cercando?'", ha continuato Stefanick, aggiungendo che questa è stata la "prima domanda di Gesù per l'umanità".

Stefanick ha detto che il programma mira ad aiutare i ragazzi che "riconoscono di cercare qualcosa di più profondo delle cose effimere del mondo". "Stanno cercando la felicità", ha detto.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni