Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le donne hanno un’anima?

altafulla
Condividi

L’anima umana è un’anima vegetativa, sensitiva e razionale, cioè spirituale. Lo dicevano già i filosofi greci.

Quesito

Caro Padre Angelo,
tra le critiche che mi tocca sorbire contro la Chiesa c’è anche quella secondo cui solo relativamente di recente è stata riconosciuto che anche le donne hanno un’anima. Mi potrebbe chiarire le ragioni di questo fatto? La ringrazio
Alberto


Risposta del sacerdote

Caro Alberto,
1. tra le varie idiozie che tocca sentire contro la Chiesa vi è pure questa. Al tuo interlocutore potresti chiedere di fornirti qualche documento e che ti dica quando di recente si sarebbe affermato che le donna hanno un’anima! Ma chi si esprime in questo senso mostra un’estrema ignoranza. Perché evidentemente non sa che cosa s’intenda per anima.
Cercherò dunque di spiegartelo.

2. Per anima s’intende ciò che dà la vita. Quando si dice che una realtà è morta, si vuol dire che non ha più la vita. E non ha più la vita perché non c’è più niente che la animi.

3. Come puoi ben capire, anche le piante hanno un’anima. Quando dici che una pianta è secca, intendi dire che è morta, che non ha più la vita. Le piante pertanto sono dotate di vita vegetativa. Di questo tipo è la loro anima.

4. Ugualmente, e a fortiori, anche gli animali hanno l’anima. Anzi la loro anima è più perfetta di quella delle piante perché, oltre che di vita vegetativa, sono dotati anche di vita sensitiva: vedono, sentono, gustano… Del resto si chiamano animali proprio perché sono dotati di anima. Da che mondo è mondo, questo si è sempre inteso parlando di animali.

5. Ci si può chiedere quale sia la differenza tra un animale vivo e un animale morto: il primo è dotato di anima, il secondo non ha più l’anima, perché è morto.

6. Se gli animali e le piante hanno un’anima, non dovrebbero averla le persone umane, le quali, oltre che di vita vegetativa e sensitiva, sono dotate anche di vita razionale e cioè spirituale? E le donne non sono persone umane? Gesù Cristo, quando si rivolgeva alle donne, a chi si sarebbe rivolto? A delle cose inanimate? Per questo motivo all’inizio della mia risposta dicevo che chi afferma che la Chiesa avrebbe detto che le donne non hanno l’anima manifesta un’estrema ignoranza.

Sì, proprio estrema ignoranza. Perché non si può andare più in là. Non sa di che cosa parla.

7. L’anima umana dunque è un’anima vegetativa, sensitiva e razionale, cioè spirituale. E diciamo che è così perché vediamo che le persone hanno vita vegetativa, sensitiva e razionale. Queste cose non le ha insegnate la Chiesa. Era già ben presenti nella cultura precedente. I filosofi greci, come Platone e Aristotele (del quinto e quarto secolo avanti Cristo) dicevano già la stessa cosa. Anzi, dimostravano razionalmente la spiritualità dell’anima.

8. La cosa è sempre stata così pacifica che la Chiesa non è mai intervenuta su questo punto. Per questo ti dicevo di chiedere al tuo interlocutore di fornirti un documento che parli di questo.

Ti ringrazio ugualmente della domanda, perché mi ha permesso di enunciare nozioni elementari e nello stesso basilari per il nostro comune modo di parlare e di pensare.

Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni