Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Lo sfogo di Lady Gaga e la sua “resurrezione”

Interscope
Condividi

Lo sfogo dell'artista nel nuovo video in cui cita tra gli altri Gesù e il tema della Resurrezione. E' solo provocazione o c'è un desiderio di bene?

Lady Gaga torna a far parlare di sè con un videoclip "G.U.Y.", un cortometraggio di dieci minuti, nel quale trovano spazio diverse canzoni dall’album "Artopop". E tra immagini simboliche e balletti scatenati, la cantante americana trova il modo di accostare la sua figura a quella di Gesù, Ghandi e Michael Jackson.

Video shock
Un video che potrebbe far discutere, tanto per l’accostamento dei personaggi quanto per il loro uso. Come scrive TGCOM24 il 24 marzo, sicuramente Lady Gaga, che della clip è anche regista, ha voluto mettere dentro molto della sua situazione attuale, con un inizio che la vede sotto forma di angelo caduto dal cielo trafitto da una freccia lanciata da un gruppo di uomini schiavi del denaro.

Provocazione o ricerca di bene?
Ma lo sfogo dell’artista nel nuovo video a cosa si riferisce? La star si era lamentata di essere stata sfruttata e spremuta come un limone dal suo precedente manager salvo poi essere abbandonata alla prima difficoltà. Alla luce di questo fatto, la scelta del video è solo provocazione o in fondo c’è un bisogno di sentirsi voluta e amata come un essere umano con i suoi sentimenti e le sue paure? Quanta umanità si cela dietro alle sue numerevoli maschere?

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.