Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Il cardinal Caffarra aiuta a “Cercare Dio”

© YASUYOSHI CHIBA / AFP PHOTO
Condividi

Raccoglie in un libro le catechesi tenute ai giovani durante l’Anno della Fede

Il cardinale si chiede poi cosa sia la fede e cosa voglia dire credere. La fede, risponde, “è l’assenso che la persona umana dona a Dio che in Gesù le parla, nella certezza che Egli non le dice il falso e non l’inganna”; “è l’assenso che la persona dà liberamente con assoluta certezza alla parola di Dio in Gesù trasmessa dalla Chiesa, attratta dalla grazia del Padre. Togliete anche un solo elemento di questa definizione, e non avrete più la fede”.

Fede, conclude, che è strettamente legata alla ragione. “La fede senza ragione è cieca, poiché il Signore non ha dato altra facoltà di conoscere la verità che la ragione, e rischia di corrompersi in superstizione”. Allo stesso modo, “la ragione senza la fede rischia di elevarsi a misura suprema della realtà, o di rifiutarsi a porre le domande che sole meritano un interesse supremo, lasciando l’uomo in balia del potere e della fortuna, del caso e di un destino senza senso”.

“La fede salva la ragione nel senso che aiuta questa a scoprire realtà che sono de jure alla sua portata, ma de facto la ragione da sola non le ha raggiunte”.
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni