Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Marzo |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Saper invecchiare

Un vecchio sorridente – it

© Hugues Desmichelle

Aleteia - pubblicato il 20/03/14

Un video propone il tema dell'invecchiamento e la dignità della persona

Il regista e fotografo Nadav Kander ha girato un video per l’associazione a favore degli anziani Age UK. Il video si intitola Love later life e mostra una serie di persone dall’infanzia all’età adulta, mentre in sottofondo l’attore Christopher Lee, 91 anni, legge una poesia scritta da Roger McGough.

No alla cultura dello scarto
Il tema della vecchiaia è stato ripreso di recente da Papa Francesco nel messaggio inviato a mons. Carrasco De Paula, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, per il XX anniversario della fondazione. 

Nelle nostre società – osserva Francesco – si riscontra il dominio tirannico di una logica economica che esclude e a volte uccide e di cui oggi moltissimi sono vittime, a partire dai nostri anziani”, specie se malati o disabili. Da qui la “cultura dello scarto". Qualcosa di più e di nuovo rispetto a sfruttamento e oppressione: esclusione. “Gli esclusi” sono “rifiuti, avanzi”.

Valore della persona
Se la salute è “un valore importante” – spiega il Papa – non determina però il “valoredi unapersona”, così anche “non è di per sé garanzia di felicità”, che può esservi invece “in presenza di una salute precaria”. “E la più grave privazione che le persone anziane subiscono – denuncia il Papa – non è l’indebolimento dell’organismo e la disabilità che ne può conseguire, ma l’abbandono, l’esclusione, la privazione di amore”. A questa deriva si oppone la famiglia “maestra di accoglienza esolidarietà”, dove s’impara “a non cadere nell’individualismo ed equilibrare l’io con il noi”, e s’impara “che la perdita di salute non è una ragione per discriminare alcune vite umane”. 

Società accogliente
“Una società è veramente accogliente” – conclude Francesco – quando riconosce che la vita “è preziosa anche nell’anzianità, nella disabilità, nella malattia grave e persino quando si sta spegnendo”; quando insegna che la chiamata alla realizzazione umana non esclude la sofferenza, anzi, insegna a vedere nella persona malata e sofferente un dono per l’intera comunità”.

Tags:
dignità della personainvecchiamentosalute
Top 10
See More