Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Cleopa
home iconStile di vita
line break icon

Recuperare i pasti in famiglia come mezzo di comunicazione

© Artotem

Gaudium Press - pubblicato il 19/03/14

C'è un detto popolare che recita “La famiglia che prega unita resta unita”; potremmo dire anche che “La famiglia che mangia unita resta unita”, perché essendo il momento domestico per eccellenza, il pasto in famiglia è l'occasione in cui tutti i suoi membri si riuniscono nel modo più naturale, onesto e intimo. Ma sorge un altro problema. Perché questo enunciato sia realtà, è necessario indicare qual è il fine di questo atto familiare; o è il pasto, o è il desiderio di convivenza con i propri cari. Se è il pasto, è occasione degli stessi problemi attuali. Quando è la convivenza, c'è posto per qualcosa di totalmente diverso. E quale miglior modo di convivere che conversare? È il momento opportuno per condividere ciò che si pensa, si crede e si ama. È il luogo in cui si trovano il sostegno e il riposo necessari alla vita. È il momento per mostrare agli altri chi siamo realmente.

Potremmo enumerare moltissime altre caratteristiche della conversazione, senza contare i benefici e i privilegi che offre alle persone che la praticano abitualmente. Anche in pochissime parole possiamo riassumerli come tutto il contrario delle conseguenze dei conflitti familiari. Quante famiglie avrebbero una situazione diversa se riunendosi a tavola, senza tener conto del cibo che vi si trova, si interessassero di più ai propri cari, mettendo un po' da parte la propria persona e la propria propensione naturale a mangiare! Quante altre già dissolte o in forte conflitto avrebbero “aggiustato” il proprio malessere in questo modo!

È un tema su cui potremo riflettere a lungo, fino al giorno in cui la famiglia si vedrà così degradata a livello mondiale che non si potrà più parlare propriamente di famiglia o quando le crisi della nostra società si risolveranno notevolmente. Sia da un lato che dall'altro, i pasti in famiglia affrontati con una conversazione proficua saranno sempre un aspetto fondamentale nella formazione della società.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
educazionefamiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni