Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
Ascensione
home iconChiesa
line break icon

“Padri siate come San Giuseppe per Gesù: custodi della loro crescita in età, sapienza e grazia”

Jeffrey Bruno

Radio Vaticana - pubblicato il 19/03/14

Così il Papa durante l'Udienza Generale del mercoledì

di Alessandro De Carolis

Cari papà, siate “sempre molto vicini ai vostri figli”, come San Giuseppe lo fu con Gesù, aiutandolo a crescere “in età, sapienza e grazia”. Con questo augurio, accolto da grandi applausi, Papa Francesco ha concluso l’udienza generale di stamattina, tenuta davanti a oltre 60 mila persone in Piazza San Pietro e dedicata al Patrono della Chiesa universale, nel giorno in cui per il Papa ricorre anche l’anniversario di inizio Pontificato. 

Era un uomo e fu capace di aiutare Dio a crescere in età, sapienza e grazia. Questa, per Papa Francesco, è stata l’“unica e irripetibile” esistenza vissuta da Giuseppe, un angelo custode senza ali per la sua amata sposa Maria, per il giovane Gesù e per la Chiesa, che lo venera come suo Patrono universale. Un’esperienza irripetibile eppure imitabile, quella del falegname di Nazareth. Di fronte a una piazza che la giornata di festa e il clima primaverile hanno reso di nuovo gremita, il Papa spiega perché ciò che fece in vita ha reso per sempre Giuseppe il “modello dell’educatore”. Prima di tutto, evidenzia, per essere stato custode premuroso dell’aspetto più naturale per un papà, la crescita “fisica e psicologica” del suo Gesù, senza cedere neanche davanti al pericolo:

“Lo ha ‘allevato’, preoccupandosi che non gli mancasse il necessario per un sano sviluppo. Non dimentichiamo che la custodia premurosa della vita del Bambino ha comportato anche la fuga in Egitto, la dura esperienza di vivere come rifugiati – Giuseppe è stato un rifugiato con Maria e Gesù – per scampare alla minaccia di Erode”.

Non solo in età. Giuseppe, afferma Papa Francesco, è stato per Gesù anche un “maestro di sapienza”, che ha saputo – dirà più tardi salutando le persone di lingua araba – “attraversare il buio del dubbio” senza “mai perdere la fiducia in Dio e nel suo amore”: “Possiamo pensare a come Giuseppe ha educato il piccolo Gesù ad ascoltare le Sacre Scritture, soprattutto accompagnandolo di sabato nella sinagoga di Nazareth. E Giuseppe lo accompagnava perché Gesù ascoltasse la parola di Dio nella sinagoga”. 

Terza dimensione, la “grazia”. Qui certamente, osserva Papa Francesco, “la parte riservata a San Giuseppe è più limitata rispetto agli ambiti dell’età e della sapienza”. E tuttavia…

“…sarebbe un grave errore pensare che un padre e una madre non possono fare nulla per educare i figli a crescere nella grazia di Dio. Crescere in età, crescere in sapienza, crescere in grazia: questo è il lavoro che ha fatto Giuseppe con Gesù, farlo crescere in queste tre dimensioni, aiutarlo a crescere”.

Tre dimensioni che sulle labbra di Papa Francesco diventano alla fine dell’udienza augurio affettuoso e insieme invito a fare altrettanto per tutti i papà:

"Chiedo per voi la grazia di essere sempre molto vicini ai vostri figli, lasciandoli crescere, ma vicini, vicini! Loro hanno bisogno di voi, della vostra presenza, della vostra vicinanza, del vostro amore. Siate per loro come san Giuseppe: custodi della loro crescita in età, sapienza e grazia. Custodi del loro cammino; educatori, e camminate con loro. E con questa vicinanza, sarete veri educatori. Grazie per tutto quello che fate per i vostri figli: grazie. A voi tanti auguri, e buona festa del papà a tutti i papà che sono qui, a tutti i papà. Che san Giuseppe vi benedica e vi accompagni”. 

E il Papa della tenerezza non dimentica chi può ricordare la festa del papà solo con una lacrima e un bacio lanciato verso il cielo:

“Tanti che sono in piazza non hanno il papà. Possiamo pregare per tutti i papà del mondo, per i papà vivi e anche per quelli defunti e per i nostri, e possiamo farlo insieme, ognuno ricordando il suo papà, se è vivo e se è morto. E preghiamo il grande Papà di tutti noi, il Padre. Un 'Padre nostro' per i nostri papà: Padre Nostro… E tanti auguri ai papà!”.

Al termine delle catechesi, Papa Francesco ha salutato la delegazione della “fiaccola benedettina della pace” – guidata dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, dall’amministratore apostolico di Montecassino, Dom Augusto Ricci, e dall’abate di Subiaco, Dom Mauro Meacci – auspicando che l’iniziativa “possa favorire – ha detto – quella pace del cuore, che solo Cristo sa donare”. Altri saluti del Papa sono andati, fra gli altri, ai membri del Movimento dei Focolari, riuniti in convegno interreligioso, ai molti ufficiali e militari presenti all’udienza e ai numerosi studenti in piazza.

Qui l'originale

Tags:
genitoripapa francescopaternitàsan giuseppeudienza generale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni