Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconStile di vita
line break icon

Quel grande fascino distruttivo del tradimento

© Public Domain

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 14/03/14

L’uscita di Maldamore, l’ennesimo film che ammicca al fascino del tradimento, ci impone riflessioni sulla solidità della famiglia di oggi

“Con Maldamore abbiamo sdoganato il tradimento”. Così dichiara Ambra Angiolini, una delle protagoniste del nuovo film di Angelo Longoni, che evidentemente si augura con un’affermazione così invitante di portare più pubblico al cinema. Non c’è dubbio, purtroppo: dilaga in TV e sul grande schermo l’idea che il tradimento e la “flessibilità” della coppia siano un valore, mentre fatica ad affermarsi, anche se non scompare del tutto, l’idea che la famiglia voglia dire, prima di tutto, responsabilità. E soprattutto, che questa sia la sua fatica e la sua grandezza. Da dove deriva questo grande fascino del tradimento, spesso idealizzato, che però finisce per fratturare davvero i rapporti tra persone che si amano, o che si sono amate? Ad Aleteia ne abbiamo parlato con Valeria Fassi, psicologa, consulente al Servizio di Psicologia clinica per la coppia e la famiglia presso l’Università Cattolica di Milano, che ha lavorato per trent’anni in Centri Pubblici di Terapia e Mediazione Familiare, specie in periferia.

Davvero siamo così attratti dal tradimento?

Fassi: Io parto da un altro presupposto, nel senso che quello che conta è la solidità del rapporto di coppia che si instaura. Per la mia esperienza un tradimento – poi bisogna vedere di che tipo di tradimento si tratta dato che non esiste solo quello sessuale, a volte possono essere anche più gravi – si verifica quando il rapporto di coppia è poco solido o non è coltivato a sufficienza. Perché altrimenti se una coppia si tiene salda ad un rapporto in cui c’è amore, rispetto, fiducia e voglia di stare insieme, può passare il George Clooney della situazione però al di là di uno sguardo non succede niente. Mentre spesso a me è capitato di vedere che il tradimento è una provocazione del tipo “guardami, perché non mi guardi più?”, quindi l’amante diventa una provocazione per tenersi un marito o una moglie: questa è una variante che capita abbastanza di frequente. Inconsapevolmente, è ovvio, non è che uno lo fa apposta. Però dato che oggi le persone sono stravolte dal lavoro, dalla fatica dei figli e da altro, si dà per scontato che l’altra persona c’è, e quindi le relazioni si logorano, il rapporto di coppia non diventa più il canale nel quale si convogliano tutte le istanze principali e i progetti di vita. Alcune persone, soffrendo di questo, trovano uno spiraglio magari sul lavoro o in palestra, con una persona estranea che magari dà l’illusione di un maggiore ascolto. Spesso, se questo estraneo è conosciuto dal marito o dalla moglie, io ho visto che viene fatto scoprire in qualche modo, quasi per far risaltare il fatto: “tu non mi guardi più, c’è un altro che mi guarda”. E quindi questo tipo di tradimento, che tante volte non si concretizza nell’atto sessuale ma diventa una seduzione esterna, è solo un modo per attirare l’altro; laddove se uno è interessato al compagno o alla compagna, può cogliere il segnale. Io ho visto situazioni in cui la risposta è stata: “no, io ci sono”, e quindi le cose sono tornate a posto.

Quindi esistono molti tipi di tradimento?

Fassi: Sì, e moltissime spiegazioni. Ovviamente c’è il tradimento – che credo non sia quello che tratta il film – in cui un rapporto è logorato e rotto: è possibile qui che si sostituisca un rapporto più importante. Noi psicologi usiamo il genogramma, un disegno che riflette la struttura familiare, dove un figlio scende dalla famiglia d’origine come avviene in un albero genealogico, e quando costruisci la coppia la costruisci con un legame di coppia, che man mano diventa sempre più profondo e più forte: cioè uno smette di essere figlio e diventa più marito o più moglie. Il passaggio della prevalenza del rapporto con la famiglia d’origine al rapporto con il marito o la moglie è qualcosa che richiede anni. A mio parere, affinché una famiglia con figli funzioni bene, quando due persone stanno insieme il rapporto di coppia, cioè l’asse coniugale, il canale di comunicazione marito-moglie, dovrebbe essere quello prioritario: cioè tutte le cose più importanti che facciamo con i figli, con il genitore che si ammala, con il lavoro che vien perso, con le vacanze, dovrebbe passare in quel canale lì. Invece spesso molti rimangono figli delle famiglie d’origine. Questa è un’altra fonte della rottura del legame che può portare a tradimenti. Invece, se il rapporto di coppia è molto solido, cioè da un lato c’è amore, interesse, attrazione, e dall’altro c’è volontà di proseguire, che sono le due componenti che non devono mancare, allora il tradimento è improbabile.

  • 1
  • 2
Tags:
cinemafamigliatradimento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni