Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 15 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconStile di vita
line break icon

USA, commentatore sportivo spiega il perché della cenere in pubblico

© ESPN

Gaudium Press - pubblicato il 13/03/14

Per Toni Reali, sposato e futuro padre, portare la cenere è un semplice modo di vivere la fede

E’ ormai "tradizione" che Toni Reali, 35 anni, famoso commentatore di un network televisivo sportivo americano molto popolare, appaia in pubblico con il simbolo cristiano impresso sulla fronte il Mercoledì delle Ceneri. Reali – cattolico dalla nascita e parrocchiano di S. Agostino a Washington – da 13 anni appare in televisione con la croce di cenere.

Per Reali, sposato e futuro padre, portare la cenere è normale, è un semplice modo di vivere la fede. "Io sono un commentatore e un conduttore televisivo e sono cattolico", dice Reali. Per il commentatore sportivo, la fede ha avuto un’influenza costante nella sua vita. Ed è consapevole del peso della sua testimonianza.

“Penso che sia importante per la gente vedere un giovane che mostra pubblicamente ciò in cui la gente crede. Un supporto per la religione. Sono orgoglioso di ciò in cui credo e voglio che anche gli altri sentano che possano essere orgogliosi della loro fede”.

E' vero che non tutti coloro che vedono il programma capiscono cosa sia la cenere sulla fronte di Reali. Alcuni credono che sia inchiostro, sporco o addirittura una cicatrice. In tutto questo tempo il commentatore ha sempre ricevuto molti messaggi di sostegno. Ha inoltre ringraziato i suoi colleghi, che negli anni si sono mostrati tolleranti verso il suo atto di fede. "Sono stato fortunato ad aver sempre lavorato in un ambiente che mi ha permesso di essere me stesso, e lo apprezzo", ha dichiarato Reali.

Tags:
cenerimercoledi delle ceneritestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Silvia Lucchetti
Matteo si è ucciso “in diretta” su un forum online. E...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni