Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconChiesa
line break icon

Un silenzio d’Amore

© DR

Le silence pour écouter Dieu

Sulla strada di Emmaus - pubblicato il 13/03/14


Il silenzio incute timore, perché mi consente di avere a che fare con paure e angosce, cont utto quell’insieme del proprio mondo interiore, che non sempre è facile da gestire. Per questo motivo, tante volte, tendiamo a negarlo o allontanarlo: è molto più facile “coprire” le preoccupazioni che affrontarle a muso duro…chiunque credo abbia avuto modo di sperimentarlo sulla propria pelle. Eppure, solo nel silenzio, la propria coscienza può avere voce; solo nel silenzio, è possibile chiarisri le idee di fronte a se stessi. E, forse, solo grazie al silenzio, è possibile capire se stessi almeno in misura tale da comprendersi quel tanto da fare le scelte giuste, anche quando non sono affatto facili.


Il silenzio più difficile da gestire è il silenzio di Dio. È un silenzio che parla, perché è Verbo incarnato. Ma parla nel rispetto della libertà dell’uomo, «non spezza la canna incrinata» (Mt 12,20) ed è «il mormorio di un vento leggero» (1Re 19,12). Questo spiazza i nostri sensi avidi di forti emozioni e in cerca d’adrenalina. Ecco perché ci è difficile credere. Ecco perché attraversiamo infiniti deserti in cui avvertiamo il “silenzio di Dio”. Temo che il silenzio di Dio sia dovuto alla nostra mancanza di allenamento all’ascolto delle sue frequenze: siamo troppo abituati al frastuono, perché ci accorgiamo di chi sussurra.


Però, se ci pensiamo bene, due innamorati non gridano, bisbigliano. Non hanno bisogno di alzare la voce. Nessuno ne ha bisogno, quando i cuori sono in sintonia, come ricorda una semplice storiella:

Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli:«Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?». «Gridano perché perdono la calma» rispose uno di loro.«Ma perché gridare se la persona sta al suo lato?» disse nuovamente il pensatore.«Bene, gridiamo perché desideriamo che l’altra persona ci ascolti» replicò un altro discepolo. E il maestro tornò a domandare: «Allora non è possibile parlargli a voce bassa?» Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore. Allora egli esclamò: «Voi sapete perché si grida contro un’altra persona quando si è arrabbiati? Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare. Quanto più arrabbiati sono tanto più forte dovranno gridare per sentirsi l’uno con l’altro. D’altra parte, che succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché?Perché i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è piccola. A volte sono talmente vicini i loro cuori che neanche parlano, solamente sussurrano. E quando l’amore è più intenso non è necessario nemmeno sussurrare, basta guardarsi. I loro cuori si intendono. E’ questo che accade quando due persone che si amano si avvicinano». Infine il pensatore concluse dicendo: «Quando voi discuterete non lasciate che i vostri cuori si allontanino, non dite parole che li possano distanziare di più, perché arriverà un giorno in cui la distanza sarà tanta che non incontreranno mai più la strada per tornare». [Il pensatore in questione è Gandhi.]
Se questa attribuzione sia vera oppure sfori nel campo della leggenda, è in questo luogo secondario. All’interno di questa riflessione, serve a ricordarci che riscoprire il silenzio è il primo modo per prestare attenzione all’altro. Il silenzio è condizione fondamentale per un ascolto vero e interessato, che possa far percepire la nostra viva ed empatica vicinanza. Chi impara ad ascoltare, impara a controllare sé e la propria tendenza al dominio e alla sopraffazione. Imparare ad abitare il silenzio ci fa fare pace con noi stessi e ci rende più perspicaci nel leggere tutte le parole non dette che albergano i cuori e rendono le relazioni più ricche di quanto qualunque parola possa dichiarare o sancire. 


Il silenzio, infine, invita a quella discrezione che conduce a quel discernimento che quale frutto maturo la discrezione. Caratteristica tanto più preziosa, quanto più rara in un mondo, come quello occidentale, di global media che ci rende “universalmente pubblici”, rendendoci difficoltoso distinguere tra ciò che è pubblico e ciò che è privato.

Salvo poi comprendere il sollievo e la complicità impagabile che nasconono dal condividere ciò che ci riempie il cuore solo con chi è in grado di comprendere l’ampiezza dei nostri sogni, perché ha partecipato (o contribuito) al loro nascere e crescere.

Buon silenzio: che sia occasione per meglio apprezzare ogni suono e approfondire tutto ciò che di bello ci abita nel cuore!

Qui l’originale

  • 1
  • 2
Tags:
ascoltomeditazionepreghieraquaresimasilenzio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni