Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 28 Settembre |
San Venceslao
home iconStile di vita
line break icon

Genitore di un bimbo con ADHD? 7 trucchetti per semplificarti la vita

Jeffrey Bruno

Kathleen M. Berchelmann - Aleteia - pubblicato il 13/03/14

E non sei un cattivo genitore se tuo figlio prende delle medicine

Quando frequentavo il corso di medicina dissi ad un professore che se mai avessi avuto un bambino con ADHD lo avrei fatto studiare a casa prima di dargli delle medicine per l’ADHD. Sette anni dopo al mio bambino, che andava all’asilo, è stata prescritta una variante del Ritalin. Ho pianto; l’ha presa. Ma la sua vita scolastica e la nostra vita familiare hanno retto bene ed io ho imparato ad essere un buon genitore.

A circa 1 bambino su 10 in America è stata diagnosticata la ADHD da un assistente sanitario, una cifra tradotta in quasi 5,4 milioni di ragazzini. E i numeri sono in continua crescita; circa i due terzi di questi bambini assumono un medicinale per il trattamento dell’ADHD. Le medicine sono efficaci per il trattamento dell’ADHD e io sono a favore del loro uso in circostanze opportune, ma ogni piano di trattamento per l’ADHD deve includere “interventi comportamentali” – in altre parole, no-divertimento per i genitori. Sì, noi dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi a fare attenzione. Come?

1) Spegnere la tv, specialmente se è accesa di sottofondo. Il bambino americano medio è esposto ogni giorno a 232.2 minuti (4 ore) al sottofondo della tv, secondo uno studio pubblicato questo mese su Pediatrics. Come possiamo aspettarci che i nostri figli si concentrino su compiti, lavori, o anche solo in una conversazione se sono distratti dalla tv?

2) Dedicate del tempo a fare i genitori. I ragazzini con ADHD hanno bisogno di un’assistente a tempio pieno – qualcuno che gli dia costanti e gentili sollecitazioni. Quando sei genitore di un ragazzino con ADHD, questo è il tuo lavoro. Tutte queste sollecitazioni richiedono tempo, il doppio del tempo di cui si pensa di aver bisogno per prepararlo per la scuola o per fare i compiti. Di solito è più facile e veloce fare lo zaino di tuo figlio al posto suo piuttosto che ricordargli sei volte di farlo. Continua a ricordarglielo fino a sembrare un disco rotto. Sì, questo significa metterci il doppio del tempo necessario.

3) Domina la tua stessa rabbia. Un ragazzino con ADHD ha bisogno di un’assistente, non di un poliziotto. Sembrerebbe ragionevole alzare la voce quando fa cadere il cappotto sul pavimento per la duecentesima volta. Ma è tuo compito chiedergli gentilmente di raccoglierlo per la duecentesima volta e una. Dai delle sculacciate ai tuoi bambini? Noi abbiamo smesso, e mi sento molto sollevata. La punizione corporale non è un buon mezzo per promuovere cambiamenti comportamentali a lungo termine.

4) Fate un grafico dei lavoretti svolti e utilizzate un sistema di ricompensa. Segnate tutte le attività quotidiane dei vostri figli sul grafico, non solo le faccende. Anche cose come "riagganciare il cappotto", "spazzolare i capelli," e "non alzarsi durante la cena". I grafici non funzionano senza un sistema di ricompensa che motiverà i ragazzi a controllare effettivamente le cose da soli. Per quanto riguarda i premi, vanno bene: il tempo al computer, il tempo con gli amici, o privilegi come scegliere la cena di famiglia. Ci piace molto l’app "Chore Pad", disponibile per iPad e che si sincronizza con l’iPhone.

5) Routine, routine, routine. Provate il più possibile a fare le stesse cose ogni giorno. Parlate del programma ogni mattina e ogni sera.

6) Fate di un silenzioso momento di preghiera una parte della vostra routine. Pianificate un momento di preghiera silenziosa, solo per il vostro bambino, anche solo 10 minuti al giorno. Fate fare al bambino, in questo momento, una lettura spirituale adeguata alla sua età, se necessario. Insegnate ai vostri figli a chiedere allo Spirito Santo di calmare la loro mente e il corpo.

  • 1
  • 2
Tags:
bambinigenitorimedicinapedagogia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE FRANCIS
Gelsomino Del Guercio
10 tra le frasi e i gesti più discussi di Papa Francesco
2
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni