Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Per favore, aiutaci a mantenere questo servizio importante. IMPEGNATI ORA
Aleteia

Sacerdote nato da uno stupro, perdona il padre e lo confessa

© Public Domain
Condividi

“Dio mi ha permesso di essere sacerdote non per giudicare, ma per perdonare”

Un sacerdote in Ecuador ha raccontato di essere stato concepito in seguito a uno stupro quando sua madre aveva 13 anni, e successivamente non solo ha perdonato suo padre, ma ne ha ascoltato la confessione.

“Avrei potuto finire in un cassonetto dei rifiuti, ma mi hanno dato la vita”, ha detto padre Luis Alfredo León Armijos, 41 anni, in un'intervista ad ACI Prensa lo scorso anno.

Il sacerdote ha raccontato come sua madre, María Eugenia Armijos, dovesse fare le pulizie in una casa di Loja, in Ecuador, per aiutare i genitori a mantenere i suoi sette fratelli. Aveva appena 13 anni quando “il padrone di casa, approfittando del fatto che era sola, abusò di lei e la mise incinta”.

La famiglia di María Eugenia la rifiutò. “Non volevano che il bambino nascesse, così la picchiarono sulla pancia e le fecero bere delle sostanze per farla abortire”, ha spiegato il sacerdote.

La ragazza decise di fuggire a Cuenca, dove diede alla luce Luis Alfredo, nato con problemi respiratori per la giovane età della madre.

Dopo un periodo di tempo, María Eugenia tornò a Loja con il bambino. “È finita sotto il controllo del suo violentatore – mio padre –, che ha riconosciuto che ero suo figlio e ha detto che si sarebbe preso cura di me”, ha detto León, “ma questo non significa che le cose tra di loro fossero sanate”.

“Hanno avuto altri tre figli, il mio rapporto con lui era distante”, ha spiegato il sacerdote.

Quando padre León aveva 16 anni è stato inviato nel Rinnovamento Carismatico. “Ho avuto il mio primo incontro con Cristo”, ha detto.

A 18 anni ha deciso di entrare nel Seminario de Loja, e a 23 è stato ordinato con il permesso speciale del vescovo per la sua giovane età.

I suoi genitori si sono separati due anni dopo, e sua madre gli ha rivelato come era stato concepito.

León ha detto di essersi reso condo che “Dio gli stava permettendo di essere sacerdote non per giudicare, ma per perdonare. Ho giudicato molto mio padre per tutto”.

Anni dopo ha ricevuto una telefonata da suo padre che doveva essere operato. “Aveva paura e mi ha detto: 'Voglio che ascolti la mia confessione'”, ha detto León.

“Gli ho detto: 'Padre, meriti il cielo, la vita eterna'. In quel momento gli occhi di mio padre si sono riempiti di lacrime”.

30 anni dopo, il padre di León ha ricevuto la Comunione.

“Puoi arrivare a conoscere la tua storia e ad odiare la tua vita”, ha confessato. “Giudicare Dio come ho fatto io. Ma ho scoperto che l'amore di Dio era stato lì a guardare attentamente la mia vita”.

“Tutto ciò che ho è una gratificazione. La vita stessa è uno splendido dono di Dio”, ha concluso.

Padre León è attualmente parroco nella parrocchia di San José a Loja, Ecuador.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni

Milioni di lettori in tutto il mondo – compresi migliaia del Medio Oriente – contano su Aleteia per informarsi e cercare ispirazione e contenuti cristiani. Per favore, prendi in considerazione la possibilità di aiutare l'edizione araba con una piccola donazione.